MBE 2022, Agnoletto: "Siamo con il mercato: non bisogna fermarsi"

MBE 2022, Agnoletto: "Siamo con il mercato: non bisogna fermarsi"

Al via la fiera in programma a Veronafiere dal 13 al 16 gennaio, Luca Zaia taglia il nastro della kermesse veronese

Redazione - @InMoto_it

La più grande fiera custom al mondo è finalmente cominciata: Veronafiere ha aperto le porte al Motor Bike Expo 2022, in programma fino al 16 gennaio. Alla cerimonia di apertura erano presenti le massime autorità veronesi e il Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, a suggellare finalmente la ripresa di un settore che ha visto nel 2021 una significativa crescita sul mercato italiano, determinante per i 600 espositori distribuiti negli 8 padiglioni e sulle ampie aree esterne. della manifestazione. E a tal proposito, Francesco Agnoletto, organizzatore e co-fondatore del Motor Bike Expo, ha dichiarato: "In questo momento si pensa sia prudente lasciar perdere. Ma questo mercato dice chiaramente di non fermarsi: e il Motor Bike Expo è con il mercato".

CUSTOM, ELETTRICHE, OFF-ROAD E ADVENTURE

Oltre alle proposte dei principali marchi mondiali, il fiore all'occhiello dell'edizione 2022 è il Custom District, che racconta il mondo della personalizzazione fra meccanica e arte attraverso la presenza degli artigiani della moto. Particolarmente significativo l'inserimento nel Salone dell'area green dedicata alle moto a zero emissioni e gli spazi dedicati al fuoristrada e all'adventouring, con la partecipazione dei grandi campioni e degli organizzatori dei principali eventi in Italia. Tra gli interventi dell'apertura, il Presidente di Veronafiere, Maurizio Danese, ha sottolineato come "da tradizione, il rombo delle moto saluta l"avvio del nostro calendario fieristico. Dopo la Special Edition del 2021, Motor Bike Expo torna alla sua collocazione originaria a gennaio, un ulteriore passo verso il ritorno alla normalità per noi e per la città di Verona".

I GRANDI CUSTOMIZZATORI

Al MBE 2022 tante anteprime mondiali - oltre cinquanta -, fra moto classiche e recenti, di qualsiasi marchio, da MV Agusta a Yamaha, passando per la "factory custom" di BMW a Marinelli Moto. Protagonisti, ovviamente, i massimi esponenti del mondo custom italiano e internazionale: solo per fare qualche nome, ecco Abnormal Cycles, PDF Punto di Fuga, Darren McKeag, Ray Drea, Officine GP Design e tanti altri.

TAMBURINI CORSE E LE MOTO DELLE FORZE ARMATE

Da non perdere la presentazione della T01 Stealth, svelata nel padiglione 6 dalla Tamburini Corse di Andrea, figlio del grande designer Massimo, che ha dedicato al padre un kit in serie limitata di 12 esemplari cucito su misura per le MV Agusta Brutale 1090, 990 e 920. Spiccano poi nel padiglione 7 le moto del Museo della Motorizzazione Militare, con tutti i più celebri modelli a due ruote delle forze armate, rigorosamente "vestite" in grigioverde.

MOTOR BIKE EXPO 2022, GLI APPUNTAMENTI DA NON PERDERE

  • Link copiato

Commenti

InMoto in abbonamento