Ducati Scrambler, debuttano 1100 Tribute PRO e Urban Motard

Ducati Scrambler, debuttano 1100 Tribute PRO e Urban Motard

La prima omaggia la storia motociclistica e i modelli classici di Borgo Panigale, la seconda è pensata per una guida dinamica in città: ecco i due nuovi membri della Land of Joy 

Redazione - @InMoto_it

La "Land of Joy" si arricchisce di due new entry. Durante il secondo episodio della World Première 2022, infatti, Ducati ha svelato i due nuovi membri della gamma Scrambler: 1100 Tribute PRO e Urban Motard, già disponibili in concessionaria.

TRIBUTO ALLE MOTO E ALLA STORIA DUCATI

Scrambler 1100 Tribute PRO - viene ribadito già dal nome - nasce per rendere omaggio alla storia del motore bicilindrico raffreddato ad aria, proprio cinquant'anni dopo il suo debutto su una Ducati, avvenuto nel 1971 con la 750. È sostanzialmente una moto creata per coloro che amano i modelli classic e sono appassionati di storia motociclistica, oltre a essere un omaggio continuo ai modelli della Casa di Borgo Panigale. Per realizzarla, il Centro Stile Ducati si è ispirato ad alcuni elementi iconici del marchio datati anni '70, come la speciale livrea Giallo Ocra, il logo Ducati dell'epoca disegnato da Giorgetto Giugiaro e i cerchi a raggi neri, che si combinano con le tonalità della livrea celebrativa. Ulteriori dettagli stilistici distintivi sono gli specchietti retrovisori circolari e la sella in pelle marrone con cucitura dedicata.

Ducati 750 Sport by Woolie's Workshop: per celebrare la storia di Alpinestars

Parliamo di tecnica: Scrambler 1100 Tribute PRO ha un motore da 1.079cc che eroga una potenza di 85 cv a 7.250 giri/min, con una coppia generosa fin dai bassi regimi. I Riding Mode sono tre, ognuno associato a diversi Power Mode e differenti livelli di Ducati Traction Control. Da evidenziare la presenza di un faro anteriore con guidaluce a LED.

MOTO DA GUIDA METROPOLITANA

Molto più sportiveggiante la Urban Motard, anch'essa dal nome profetico: "Urban" per dominare l'asfalto cittadino. E farlo con una nuova livrea che unisce in maniera inedita il bianco Star White Silk e il Rosso Ducati GP '19 in una grafica ispirata al mondo della street art e dei graffiti metropolitani, che le generazioni di oggi definirebbero "cool".

Ducati: nuovi colori e motore Euro 5 per la Hypermotard

A spingere Urban Motard, il prestazionale bicilindrico a L da 803cc con distribuzione desmodromica, che eroga una potenza di 73 cv a 8.250 giri/min. Il richiamo al mondo Motard è evidente nella scelta di elementi come le ruote a raggi da 17", il parafango anteriore alto, la sella piatta e le tabelle portanumero laterali. Anche l'Urban Motard è dotato di serie del faro anteriore con DRL a LED, segno distintivo di tutti i modelli Scrambler, e di faro posteriore con tecnologia full LED a diffusione.

ANCHE PER PATENTATI A2

Tutta la gamma Scrambler è equipaggiata di serie con ABS Cornering ed è inoltre predisposta per il Ducati Multimedia System, che abilita la connessione dello smartphone alla moto tramite Bluetooth, mentre è di serie la presa USB posizionata sotto la sella. Tutti i modelli Scrambler sono disponibili anche nella versione da 35 kW per coloro che possiedono la patente A2. Ricordiamo che in Italia, su tutte le Rosse di Borgo Panigale a 35 kW, per incentivare l'ingresso dei giovani al mondo delle due ruote, Ducati offre un'agevolazione di 1.000 euro sul prezzo di listino. 

Ducati, è l'ora della Scrambler Desert X: le ultime novità

  • Link copiato

Commenti

InMoto in abbonamento