Una Hayabusa e una ZZR 1400 sfidano la Tesla Model S: chi avrà la meglio?

Una Hayabusa e una ZZR 1400 sfidano la Tesla Model S: chi avrà la meglio?

Con i loro 173 e i 178 cv di potenza e una velocità massima dichiarata di 299 km/h, le due superbike saranno riuscite a tener testa alla vettura elettrica più potente di serie? Scopriamolo insieme

Redazione - @InMoto_it

La sfida eterna tra moto e auto torna ad alimentarsi con un nuovo ed emozionante confronto. A scontrarsi lungo l’asfalto rovente di una pista sono state questa volta, grazie alla sfida organizzata dal sito americano Edmunds.com, una Tesla Model S Plaid - l’auto elettrica con la più elevata accelerazione sul mercato -, una Suzuki Hayabusa e una Kawasaki Ninja ZZR 1400. Come sarà andata a finire?

Honda CB1000R Black Edition vs. Civic TypeR LE: la sfida a Imola

Le due ruote si arrendono

Con 1.020 cv di potenza e un tempo sul quarto di miglio dichiarato di 9,2 secondi, la Tesla Model S Plaid è a tutti gli effetti l'auto elettrica più veloce che si può trovare oggi sul mercato. Ma si sa, l’accelerazione è una questione di vita o di morte anche per le moto, specialmente se provenienti da Hamamatsu e Akashi, e i ragazzi di Edmunds.com hanno voluto portare in pista due degni avversari a due ruote. Per la sfida sono state quindi scelte due sport tourer di tutto rispetto: una Suzuki Hayabusa del 2022 e una Kawasaki ZZR 1400 2021, due delle moto di serie più veloci mai uscite dai cancelli di una fabbrica motociclistica.

Tuttavia, nonostante i rispettivi 173 e i 178 cv di potenza e una velocità massima dichiarata di 299 km/h, le moto non hanno saputo tener testa alla vettura di Elon Musk. L’auto elettrica targata Tesla infatti, grazie alla sua spaventosa accelerazione, oltre a bruciare i 100 km/h in appena 2,3 secondi, è riuscita anche a far mangiare la polvere al falco pellegrino (Hayabusa) e alla velocissima Ninja di Akashi.

Un duro colpo al cuore per tutti gli appassionati di due ruote… guardare per credere!

WMC: il prototipo da record elettrico in pista per i primi test

  • Link copiato

Commenti

InMoto in abbonamento