Moto Guzzi, il Museo riapre dopo un anno e mezzo

Moto Guzzi, il Museo riapre dopo un anno e mezzo

Chiusa dal 24 febbraio 2020, la sede di Mandello del Lario è pronta ad accogliere gli appassionati per una breve finestra temporale, nell'anno del centenario

Redazione - @InMoto_it

Il Museo Moto Guzzi riapre le sue porte agli appassionati: una bella notizia, dopo un anno e mezzo dall’inizio della pandemia e della chiusura forzata delle sue porte. Mandello del Lario è pronta ad accogliere di nuovo gli appassionati, anche se si tratta di una piccola ripartenza.

Cento anni di storia

Nel Museo è possibile respirare tutta la storia di Moto Guzzi, con una collezione di oltre 150 pezzi da esposizione tra moto di serie, sportive, prototipi e motori sperimentali. Dalle Guzzi Sport e GT degli anni ’30 al Falcone degli anni ’50, passando per la V7 Sport che ha rivoluzionato il concetto di sportiva nei ’60 fino a tutte le moto da competizione e i modelli più moderni, ripercorrendo un secolo pieno di storia e di successi.

Per pochi giorni

Il Museo è chiuso dal 24 febbraio 2020, ma è pronto a riaprire: una piccola finestra temporale in cui si potrà accedere alla struttura, tra il 9 e il 12 settembre, anche se solo su prenotazione. Non è ancora chiaro se ci saranno esposizioni speciali o eventi, ma è l’anno del centenario: chi aveva in mente di visitare la casa di Moto Guzzi, prima o poi, ha l’occasione giusta in questo momento. I dettagli saranno svelati in questi giorni sul sito ufficiale.

Kawasaki Z900RS SE, l'omaggio alla Z1 del 1971

  • Link copiato

Commenti

InMoto in abbonamento