Con grande rammarico Moto Guzzi, il Comune di Mandello del Lario e il Comitato Organizzatore del Motoraduno hanno dovuto prendere atto delle raccomandazioni in merito alla situazione sanitaria e hanno da poco comunicato la sofferta decisione di rimandare le Giornate Mondiali Guzzi e il motoraduno del centenario al 2022.

Moto Guzzi "100 anni": il libro che celebra una passione

“Non ci sono condizioni per un evento all’altezza”

L’appuntamento di Mondello del Lario, dunque, inizialmente previsto dal 6 al 12 settembre prossimo, non si terrà a causa della situazione legata alla pandemia. Necessario il posticipo, quindi, con il centenario che verrà comunque celebrato come merita – assicura la Casa – a settembre 2022.

Le condizioni attuali, e le conseguenti limitazioni imposte dallo stato della pandemia, avrebbero infatti fortemente compromesso la possibilità di offrire alle molte migliaia di appassionati, previsti in arrivo da tutto il mondo, un evento all’altezza delle aspettative.

Ci abbiamo sperato fino all'ultimo – ha spiegato Riccardo Fasoli, Sindaco di Mandello del Lario -, ma l'evoluzione della pandemia non ha permesso quell'allentamento delle misure anti-contagio in cui speravamo. Non ci sono le condizioni poter offrire un evento all'altezza delle aspettative e dell'irripetibile festeggiamento dei 100 anni. Il rinvio permetterà agli appassionati di tutto il mondo di festeggiare con noi a Mandello in un vero motoraduno in piena sicurezza e serenità”.

Museo aperto per chi deciderà di andare lo stesso a Mondello

Gli appassionati, quindi, non troveranno a Mandello eventi, animazione e tutte le attrazioni di questo genere di manifestazioni, ma per i visitatori che comunque decideranno di gravitare nell’area in quei giorni, Moto Guzzi manterrà aperto il Museo anche se con forte contingentamento degli ingressi.

Un secolo di Moto Guzzi: i successi in pista dal 1921