Sono passati poco meno di due mesi da quando il servizio scooter sharing di Acciona ha fatto il suo debutto a Roma, in un momento difficile, quello post Covid-19. L’andamento di questo genere di servizi sembra essere altalenante nella Capitale. Nei giorni scorsi si sono succedute varie notizie: l’addio di Cityscoot, i nuovi investimenti di eCooltra e adesso Acciona che triplica i suoi scooter.

Da 500 a 1.700 scooter elettrici

Il servizio di sharing spagnolo sarà incrementato da 500 a 1.700 scooter elettrici nelle strade di Roma, a cui si aggiungono eccezionalmente 40 minuti gratis per tutti i nuovi utenti romani che si iscriveranno dal 9 settembre. Con questo incremento di flotta, Acciona supera i 10.000 veicoli a livello mondiale (è disponibile a Madrid, Barcellona, Valencia, Siviglia e Saragozza in Spagna, a Roma e Milano in Italia).

Si allarga l’area operativa

Oltre ad allargare la flotta, Acciona espande anche la propria area operativa sul territorio romano. Gli e-scooter del servizio spagnolo potranno essere utilizzati nel centro e nell’area metropolitana, comprese le località turistiche adiacenti. Unica condizione, i viaggi devono iniziare e concludersi in precise aree, come la stazione Termini, Prati, Garbatella, EUR, Ostiense, Pigneto, Monte Sacro e Flaminio.

Scooter elettrici, a Milano esplode la moda: +200% rispetto al 2019