Il caldo può dare alla testa, è fastidioso e rende difficile fare un po’ tutto. Questo non significa che sia lecito andare in moto completamente nudi (sì, di recente qualcuno in Germania ha tentato l’impresa,nda). Quando si gira in moto, la prima regola da tenere sempre presente è la sicurezza, con casco e abbigliamento tecnico al seguito, e se il caldo fa perdere calma e concentrazione, niente paura, ecco qualche consiglio per questi mesi estivi. La sicurezza, ricordiamolo, non riguarda solo noi stessi, ma anche tutti gli altri utenti della strada.

Itinerario Alto Adige Sudtirol: salite in vetta e voli in planata

Il mototurismo

Gli appassionati delle due ruote hanno atteso lunghe settimane prima di poter tornare in sella e fare qualche gita alla ricerca di luoghi suggestivi e posti sconosciuti, a cui spesso si arriva percorrendo strade tortuose. Soprattutto in questi tratti, la prudenza è raccomandata: mantenere una velocità moderata produce un minore sforzo fisico e, quindi, temperature stabili all’interno della propria tuta. Il mototurismo è un aspetto fondamentale del settore: va tutelato e praticato usando la testa.

Le pause sono importanti

Specialmente durante un lungo viaggio, fare una pausa può rivelarsi davvero importante. Via il casco, aprite la giacca e bevete tanta acqua. Restare idratati è la prassi per ogni momento dell’anno, ma ancora di più in estate. Il consiglio è di fare una pausa e assumere liquidi almeno una volta ogni ora: e chissà che, fermandovi, non troviate davanti a voi uno scorcio mozzafiato.

Abbigliamento, meglio se nero

Siamo cresciuti con la convinzione che vestirsi di nero in estate è controproducente, perché si assorbe calore. Questo è vero, ma lo è altrettanto il fatto che un indumento scuro assorbe anche l'irraggiamento dal nostro corpo e, con l'aiuto del vento, si riesce a smaltirlo più efficacemente. Di certo, la scelta di abbigliamento tecnico di colore scuro non manca.

Andrà tutto bene? Se tutti fanno la propria parte (anche al Governo)