Anche in Francia sono in vigore le restrizioni per arginare la diffusione del Coronavirus. Tra di esse, ovviamente, anche quella del rimanere in casa e di uscire solo per comprovate esigenze di lavoro, salute o necessità. Ma anche Oltralpe qualcuno non rispetta le regole e, anzi, mette in pericolo la propria incolumità e quella di chi gli sta attorno.

Coronavirus: andare in moto solo se necessario e da soli

QUATTRO PATENTI SOSPESE

Il 28 marzo scorso infatti il Dipartimento di sicurezza stradale della Gendarmeria di Essonne ha effettuato alcuni controlli della velocità, rilevando numerose violazioni lungo la Route Nationale 20, strada statale che collega Parigi al confine con la penisola iberica.

Coronavirus, Roma: posti di blocco per tutti i veicoli

Nello specifico, sono state sospese ben quattro patenti di guida a causa di eccessive velocità: un motociclista andava infatti a 138 km/h, uno a 158 e un altro a 189. Ma un altro centauro ha battuto ogni record: 251 km/h, quando il limite imposto dalle autorità sulle strade è di 90 km/h.

DUE MOTO SEQUESTRATE

Per la forze dell'ordine della cittadina di Palaiseau, che hanno rilevato l'infrazione, si tratta di un record assoluto. Ovviamente in negativo. Inoltre, si è venuto a conoscenza che due delle moto dei quattro individui sanzionati sono state sequestrate: trattasi di una Suzuki GSX-R e una Yamaha R1.

Di certo, per i quattro motociclisti, adesso sarà più semplice rispettare la quarantena.

Coronavirus, viola le leggi sanitarie e va in moto: rissa con agenti