BMW, mobilità urbana su due ruote 100% elettrica entro il 2025

BMW, mobilità urbana su due ruote 100% elettrica entro il 2025

Lo ha appena annunciato il Gruppo che, più in generale, sta lavorando per incrementare notevolmente la produzione di veicoli elettrificati

Redazione - @InMoto_it

Quello che si è appena concluso è stato un anno di grandi successi per BMW Motorrad. Nonostante le evidenti difficoltà dovute alla pandemia, la Casa tedesca ha portato a casa numeri da record: nel 2021, infatti, il Marchio ha immatricolato 194.261 unità (+14,8%). Si stratta del loro miglior risultato di sempre, a cui ha contribuito anche la forte crescita europea della vendite. E parlando di futuro, anche BMW ha ormai intrapreso la strada dell’elettrico. A confermarlo, la recentissima notizia che tutte le moto pensate per la mobilità urbana, scooter compresi, saranno 100% elettrici entro il 2025.

Il futuro elettrico di BMW

Una decisione che segue quella presa anche il settore delle quattro ruote del Marchio bavarese, con l’intenzione di tagliare drasticamente dalla produzione i motori a combustione interna. Ma si va anche oltre. A partire dal 2030, l'intero Gruppo BMW vorrebbe estendere questa politica anche agli altri brand (Mini e Rolls Royce). Lato due ruote, per i modelli di punta (dalla S 1000 RR alla R1250) è stato pensato un processo più graduale e si stanno vagliando varie possibilità. Mentre come anticipato prima, i mezzi della mobilità urbana diventeranno sostenibili, trainati dal nuovissimo scooter elettrico CE 04.

In generale, l’obiettivo del Gruppo è quello di raddoppiare nel 2022 la propria produzione di veicoli elettrici rispetto al 2021, provando a mettere su strada già entro il 2023 due milioni di veicoli elettrificati (ibridi e ibridi plug-in) e altri due milioni di veicoli completamente elettrici (in cui sono comprese le due ruote).

BMW, SIGLATO ACCORDO PER LA FORNITURA DI SEMICONDUTTORI

  • Link copiato

Commenti

InMoto in abbonamento