Pneumatici sportivi stradali: quali sono i migliori?

Pneumatici sportivi stradali: quali sono i migliori?

Due moto, 24 gomme: ci siamo vestiti da collaudatori per giudicare, con metodo scientifico, il comportamento dei migliori pneumatici sportivi stradali. Ecco com’è andata

Bridgestone Battlax Hypersport S22

Le S22 sono sul mercato già da un paio d’anni (scarsi); sono ottime secondo Bridgestone per soddisfare le richieste sempre più esigenti degli amanti della guida sportiva su strada, ma allo stesso tempo non disdegnano saltuarie scorribande tra i cordoli di un circuito. L’anteriore è un bimescola ad alta percentuale di resina: questo dovrebbe garantire un ottimo grip, specialmente alle basse temperature. Il posteriore invece utilizza la tecnologia 5LC, che sfrutta cioè tre mescole differenti: dura nella fascia centrale più altre due, via via più morbide procedendo verso la spalla.

Bridgestone dichiara un utilizzo 50/50 strada/pista, e in effetti la loro intrinseca sportività si percepisce da subito. La carcassa è rigida, più della maggior parte dei concorrenti, e questo influisce su tutta la guida. Fin dai primi metri infatti ogni avvallamento è trasmesso senza troppe esitazioni alle terga del pilota, e a risentirne è proprio il comfort. Questo però significa anche che, quando si fa sul serio, si viene ripagati con una grande sensazione di appoggio e un grip notevole. Sono gomme rigide, ferme, che anche se maltrattate col gas o con il freno anteriore non trasmettono strani ondeggiamenti e il manubrio è sempre ben saldo tra le mani. 

La discesa in piega è neutra: non è la più rapida, ma nemmeno la più lenta. Soltanto nei cambi di direzione richiedono uno sforzo maggiore dei concorrenti più agili, Pirelli e Michelin in primis, ma una volta superata questa leggera inerzia si appoggiano sulla spalla e lì rimangono. Sono ottimi pneumatici per chi cerca una via di mezzo, tra strada e pista, sempre precisi e decisamente molto stabili a moto inclinata. 

  • Link copiato

Commenti

InMoto in abbonamento