Si sa, gli americani non conoscono compromessi quando si parla di design e potenza. La riprova ne è la nuova Combat Wraith, una moto dalle linee tanto assurde quanto prepotenti - sviluppata appunto da Combat Motorcycles – e che vanta sotto il suo telaio monoscocca in alluminio anche un motore da ben 2.163 cc.

Moto assurde: i modelli più strani del mondo

Bicilindrico da 145 cv

Uno stile senza compromessi, verrebbe da dire. Eppure, la nuova Combat Wraith – la cui produzione sarà in serie limitata – a compromessi non vuole scendere nemmeno quando si parla di potenza. Il suo motore bicilindrico a V raffreddato ad aria, infatti, è in grado di erogare una potenza di 145 cv a 5.100 gir/min e 200 Nm a 2.000 giri/min e raggiungere picchi di velocità massima dichiarata di 160 miglia orarie, circa 257 km/h. Quanto basta, insomma, per non passare inosservati nella maggior parte delle strade statunitensi.

Anche con motore ridotto

Tuttavia, insieme al motore – disponibile anche nella versione da 1.917 cc – la Wraith porta in dote una forcella in alluminio con rivestimento in carbonio, monoammortizzatore Racetech completamente regolabile, ruote con razze in carbonio e pneumatici Pirelli Diablo Rosso III – da 19” sull’anteriore e 17” al posteriore - e un serbatoio capace di contenere 17 litri di carburante.

Il tutto, per una cifra, quella richiesta da Combat Motorcycles, di 155 mila dollari (127 mila euro al cambio) per la versione con livrea metallizzata e 165 mila dollari (136 mila euro al cambio) per la versione con livrea anodizzata di colore nero. A voi la scelta…

Harley-Davidson Electra Glide Revival, la prima della Icon Collection