La situazione contagi torna a preoccupare, anche in Francia. Ogni giorno, infatti, cresce il numero di positivi al Covid-19 e le autorità hanno dovuto prendere decisioni drastiche per evitare ulteriormente la diffusione del virus. Tra queste decisioni, c’è anche l’obbligo della mascherina all’aperto a Parigi e in tre dipartimenti, la Seine-Saint-Denis, gli Hauts-de-Seine e la Val-de-Marne. Naturalmente, da queste misure ci sono degli esenti: bambini sotto gli 11 anni, chi pratica jogging e i ciclisti. E chi va in moto e scooter? Ma che domande, sotto il casco ci vuole la mascherina!

Le proteste

Dopo questa decisione, in vigore sono ormai dal 28 agosto, si sono scatenate numerose polemiche. D’altronde, c’era da aspettarselo. Con i contagi che crescono, misure più rigide sono necessarie, ma se alla base di tali misure c’è una motivazione traballante, sono altrettanto giuste le polemiche. Spieghiamoci meglio. L’obbligo di mascherina sotto il casco dovrebbe servire a evitare la propagazione del virus in sospensione: e allora, viene da domandarsi, perché questo discorso non vale anche per ciclisti e amanti del jogging? Per avvalorare la tesi, la Fédération française des motards (che ha già organizzato proteste) ha ricorso a una ricerca secondo la quale la distanza tra ciclisti dovrebbe essere di almeno 10 metri e tra i jogger di almeno 5 perché l’aria viene espirata dai polmoni con maggiore forza.

In moto si rispetta il distanziamento

Vogliamo aggiungere ulteriori elementi? Chi va in moto o in scooter ha sempre una protezione, la visiera del casco. Inoltre, la moto è un mezzo privilegiato per il distanziamento sociale: si evita di rimanere incastrati nel traffico, si può guidare in autonomia, isolati dagli altri utenti della strada, evitando il contatto. Da non dimenticare, poi, che indossare la mascherina con il casco integrale è quasi impossibile, un’operazione scomoda e difficoltosa.

In un primo momento le forze dell’ordine francesi si limiteranno a un richiamo, a cui seguirà una sanzione di 135 euro per coloro che verrà trovati senza mascherina sotto il casco.

Ritorno a scuola: tanti genitori scelgono di portare i figli in moto