Kawasaki vuol essere vicina a tutti coloro che l’hanno scelta e lo dimostra con un segno tangibile, rivolto a migliaia di clienti in Europa: il prolungamento della garanzia relativa a motocicli, Jet-Ski e Mule/ATV già venduti, ad eccezione solo dei veicoli registrati a scopo aziendale. L’iniziativa vuol costituire una forma di supporto a chi, di fatto, non ha modo di sfruttare i propri veicoli in questo periodo. 

Il prolungamento per il lockdown

Oltre alla consueta copertura, la durata della garanzia sarà estesa, come primo stadio, per un periodo pari alla durata del “lockdown” nei principali mercati europei. Secondo l’evolversi della situazione, non è escluso che la garanzia possa essere soggetta ad ulteriori proroghe. 

Così, mentre Kawasaki continua a lavorare con fermento sulle novità (vedi la nuova Ninja ZX-25R), d'altra parte non trascura chi ha già un modello nel proprio garage.

“L’attuale contesto di molti utenti Kawasaki in Europa è l’impossibilità di godere del proprio prodotto, o la concessione di un impiego limitato allo stretto necessario, ha spiegato Hans Sipkema, Vice-Direttore Tecnico di Kawasaki Motors Europe.

La tranquillità continua

Insieme a Kawasaki Heavy Industries Ltd desideriamo prolungare la tranquillità evocata dal periodo di copertura in garanzia, cosicché, quando la situazione generale si sarà normalizzata, la clientela non si veda penalizzata dal mancato godimento di termini e condizioni di garanzia per colpe non proprie”, aggiunge il Vice-Direttore Tecnico di Kawasaki Motors Europe.

Come primo passo, estenderemo da oggi 16 aprile 2020 in automatico ogni copertura di garanzia in corso di validità (o scaduta dal 1 marzo ad oggi) per un periodo pari alla durata del ‘lockdown’. Dopodiché, ci riserviamo ulteriori analisi per determinare la possibilità di estensioni supplementari”, conclude Hans Sipkema.

Rubano la Kawasaki a un'infermiera, concessionario le regala una Ninja 400