Tra i 43,5 cv della gamma 390 e i (massimo) 120 della famiglia 890, c'è un "buco" che KTM è finalmente pronta a tornare. La Casa austriaca lo fa con l'introduzione di un nuovo motore a 2 cilindri da 490cc. Di conseguenza, sono in arrivo nuovi modelli spinti proprio da questo propulsore.

LA CONFERMA UFFICIALE DI STEFAN PIERER, CEO DI KTM

La notizia non è un'indiscrezione, ma è ufficiale, come affermato da Stefan Pierer, amministratore delegato KTM, in una nostra intervista. Non casuale, dato che l'azienda Bajaj (originaria proprio del Paese asiatico) collaborerà con il Marchio austriaco per la realizzazione del motore. Il nuovo motore 490cc è stato interamente sviluppato al centro Ricerca & Sviluppo Bajaj a Pune, in India, ed è un bicilindrico parallelo simile a quello che spinge la gamma 790/800, ma dalla cilindrata diminuita a 500cc.

CFMoto, MT800 nata da una costola della KTM 790 Adventure

NUOVE MOTO REALIZZATE IN CINA? ARRIVANO NEL 2022

Non si sa ancora ufficialmente dove invece verranno realizzate le moto che adotteranno il nuovo motore, anche se lo stesso Pierer ha confessato che KTM sta concretamente pensando alla Cina, dato che lì CFMoto, Marchio partner di Mattighofen, ha ottenuto un ottimo successo commerciale con il propulsore da 790cc del Marchio austriaco.

Quando arriverà sul mercato la nuova gamma 490 di KTM? Secondo le previsioni dello stesso Pierer, nel 2022.

KTM, con l'aggiornamento anche le medie diventano Euro 5