Bandit9 Motorcycles: con The Supermarine cerca il salto di categoria

Bandit9 Motorcycles: con The Supermarine cerca il salto di categoria

Il customizzatore vietnamita, nel campo da 10 anni, sta lavorando a un nuovo ambizioso modello costruito quasi del tutto dal team interno all’azienda

Redazione - @InMoto_it

Lo status di customizzatore non basta più alla vietnamita Bandit9 Motorcycles. Tra gli esemplari realizzati nel corso dei suoi 10 anni di vita ricordiamo la fantascientifica Eve 2020 e la Jaeger, una sorta di Royal Enfield venuta dal futuro. Ma è l’ultimo modello prodotto, chiamato The Supermarine e il cui design futuristico è in linea con i precedenti, che fa pensare a una voglia di cambiare, anzi di volere di più: non più customizer, ma costruttore vero e proprio. Il pubblico, ovviamente, è ristretto: moto esclusive e fuori dagli schemi, com’è nello stile di Bandit9, per pochi appassionati del genere.

Struttura e ciclistica

Ben 400 componenti della moto sono stati realizzati internamente, dando anche margine di scelta al cliente. Il telaio, per esempio, è disponibile sia in alluminio 7075 (stesso materiale del forcellone) sia in fibra di carbonio. Cambio di rotta anche per la carenatura, in plastica ABS o in carbonio: l’azienda vietnamita si è sempre distinta per il suo lavoro a mano, ma questa volta ha voluto testare le nuove tecnologie della progettazione in 3D e altri strumenti all’avanguardia. Doppia scelta anche per quanto riguarda la ciclistica, anche se qui Bandit9 si è affidata agli esperti del settore: per le sospensioni Nitron o Ohlins, per i freni si può scegliere tra le pinze Brembo a 4 pistoncini oppure le Beringer Aerotec a 6 pistoncini. Una sola opzione per i cerchi, in alluminio, da 18” all’anteriore e 17” al posteriore.

Il motore

Cosa avrà pensato per il motore di The Supermarine l’azienda vietnamita? Al bicilindrico parallelo Triumph, omologato Euro5, e anche questo in doppia versione, dipende da quanto si è disposti a spendere: da 900 cc o da 1.200 cc. Discorso simile per lo scarico, un 2-in-2 che il cliente può scegliere se montarlo in acciaio inox o in titanio, e per il cambio, a 5 o a 6 rapporti. E le prestazioni? Da Bandit9 dicono 74 CV a 7.500 giri/min e 80 Nm di coppia a 3.800 giri/min e una velocità massima di 193 km/h per la prima variante; 103 CV a 7.250 giri/min e 113 Nm a 4.250 giri/min e una velocità massima di 210 km/h per la seconda.

Prezzi e ordinazioni

Veniamo alle dote dolenti, ovvero il prezzo. È chiaro che con l’intento di fare un salto di qualità nella costruzione da parte dell’azienda e il mantenere una scelta così ampia in fatto di personalizzazione (e qui i dieci anni da customizer si sentono tutti), il costo di The Supermarine non può che tendere verso l’alto. Anche se Bandit9 non lo ha ancora rivelato, sembra difficile che la nuova moto possa essere a buon mercato. A essere stato rivelato, invece, è il mese dal quale il modello sarà disponibile per gli ordini: dicembre 2021.

BMW R 1250 R diventa una custom proveniente dal futuro

  • Link copiato

Commenti

InMoto in abbonamento