Ducati: arriva la Multistrada V2, erede della 950

Ducati: arriva la Multistrada V2, erede della 950

La Casa bolognese presenta la nuova crossover con il Testastretta aggiornato nei cilindri, nel cambio e nella frizione e migliora, rispetto alla 950, elementi come ergonomia e peso complessivo

Redazione - @InMoto_it

La famiglia di Borgo Panigale si allarga. Ducati accoglie e presenta la nuova Multistrada V2: la nuova versione della crossover bolognese eredita le caratteristiche della Multistrada 950, proponendosi il modello d'accesso ideale per coloro che fossero interessati a una tourer sportiva ma anche per macinare chilometri, oltre che nel quotidiano. Disponibile anche per chi ha la patente A2 (con la variante con motore da 35 kW).

TESTASTRETTA AGGIORNATO

Ducati Multistrada V2 è una moto adatta al turismo ma anche alla guida cittadina, spinto dal bicilindrico Ducati Testastretta 11° da 937 cc - omologato Euro 5 - con distribuzione desmodromica, che eroga una potenza di 113 cv a 9.000 giri/min e una coppia di 94 Nm a 6.750 giri/min. Il propulsore è stato alleggerito e aggiornato nel cambio e nella frizione in modo tale da rendere gli innesti delle marce più precisi e veloci.

ERGONOMIA E LEGGEREZZA

Ma ciò che cambia di più rispetto alla 950 è l'ergonomia, aggiornata e ridisegnata in alcuni suoi elementi chiave allo scopo di rendere la Multistrada V2 una moto ancora più comoda. A partire dalla sella, modificata nella forma in modo da consentire una maggiore libertà di movimento longitudinale al pilota, e che adesso è più stretta e confortevole tra le gambe. Se aggiungiamo che l'altezza da sella è diminuita di 10 mm (830 mm in totale) e, soprattutto, quella dell'arco del cavallo di ben 40 mm, toccare terra con i piedi risulta più semplice, oltre a poter effettuare manovre in grande confidenza anche a pieno carico. La distanza tra sella e asfalto può essere ulteriormente ridotta fino a 790 mm montando l'accessorio sella bassa in combinazione con il kit sospensioni ribassate. Rivisti anche la coda e i fianchetti della moto.

Le moto attese per il 2022: ecco le crossover

La moto ha un peso a secco di 199 kg, 5 kg in meno rispetto alla 950. Basti pensare che, come accennato, il motore, grazie ai nuovi elementi come frizione, tamburo, cambio e bielle, ha perso circa 2 kg, mentre i cerchi in lega, di derivazione Multistrada V4, pesano 1,7 kg in meno, contribuendo a migliorare anche la dinamica del veicolo. Sono disponibili, inoltre, come accessorio, nuovi cerchi a raggi anch'essi alleggeriti in maniera importante.

DESIGN E COLORI

Dalla sorella maggiore V4 arrivano gli specchietti retrovisori e le pedane poggiapiedi. La posizione delle pedane (più bassa di 10 mm), in particolare, consente la formazione di una triangolazione ideale in ogni condizione di guida e di tenere una posizione delle gambe ottimale e confortevole, soprattutto durante i lunghi viaggi. Inoltre è stato rivisto il montaggio dei serbatoietti freno e frizione, separandoli dai paramani, per aumentare la robustezza della moto. Ne deriva quindi in definitiva una moto spaziosa in grado di ospitare tranquillamente due persone anche con il top case e le valigie laterali montate.

Cosa vuol dire essere "Ducatisti"?

Ma anche l'occhio vuole la sua parte. E allora, la Multistrada V2 si propone con un design elegante e sportivo allo stesso tempo: linee fluide e pulite, con una zona anteriore voluminosa e quella posteriore più snella e leggera. La V2 conta inoltre su una nuova grafica, che riporta il nome della moto su entrambi i lati. La gamma colori è composta dalla classica colorazione Rosso Ducati con cerchi neri, disponibile sia per Multistrada V2 che per Multistrada V2 S, insieme alla nuova livrea Street Grey con telaio nero e cerchi Rosso GP, ordinabile solamente per la versione S.

ELETTRONICA E ALLESTIMENTI

Capitolo dotazioni. Protagonista è il pacchetto elettronico di ultima generazione, che offre tutto ciò che serve per viaggiare in sicurezza. Sono compresi l'ABS Cornering, che garantisce grande sicurezza in fase di frenata anche in curva, il Ducati Traction Control, il Vehicle Hold Control, il sistema Ducati Brake Light (altra novità per la Multistrada V2) e i 4 Riding Mode: Sport, Touring, Urban, Enduro. Il pacchetto full optional della V2 S aggiunge le sospensioni elettroniche Skyhook, il Cruise Control, il proiettore full LED con cornering lights, il cambio elettronico Ducati Quick Shift Up & Down, il sistema Hands Free, il cruscotto TFT a colori da 5" e i comandi al manubrio retroilluminati.

Ducati Multistrada V2 2022 FOTO

Ducati Multistrada V2 2022 FOTO

La famiglia Ducati Multistrada prosegue la sua evoluzione con l’ingresso in gamma della Multistrada V2. Una moto facile e divertente da guidare, al tempo stesso confortevole nei lunghi tragitti, che eredita la versatilità della Multistrada 950 e ne migliora diversi aspetti, proponendosi come la moto da viaggio ogni giorno. La nuova Multistrada V2 rappresenta inoltre la porta d’accesso ideale per chi vuole entrare nell’universo tourer di Ducati, grazie anche alla disponibilità della versione 35 kW per i possessori di patente A2

Guarda la gallery


Ducati Multistrada V2 è ordinabile in due allestimenti: Essential, disponibile sia per V2 che per V2 S, e Travel, con borse laterali, manopole riscaldate e cavalletto centrale (solo per la versione S). Anche per questo modello sono disponibili gli accessori disegnati su misura del catalogo Ducati Performance.

Ducati Performance, accessori Touring per i modelli della gamma

  • Link copiato

Commenti

InMoto in abbonamento