Gli strascichi di EICMA 2018 hanno una fine. Almeno, per adesso. Due anni fa, al Salone milanese, Piaggio, oltre a presentare la prima Vespa elettrica, fece sgomberare lo stand della Kumpan, colpevole di aver presentato la 1954 Ri S, uno scooter anch'esso elettrificato e, secondo la Casa di Pontedera, troppo simile nel design all'iconica Vespa, dove per "troppo simile" si intende un vero e proprio plagio.

PIAGGIO: PRESENTATO RICORSO

Ebbene, il 20 giugno scorso l'Ufficio Europeo per la Proprietà Intellettuale (EUIPO) ha dato ragione all'azienda tedesca. Secondo quanto stabilito, infatti, la Kumpan Electric, facente parte del Gruppo E-bility GmbH, non ha copiato la Vespa. Al momento l’Ufficio Europeo per la Proprietà Intellettuale ha deciso che il design registrato da Kumpan "non è nullo" sulla base dell’azione presentata da Piaggio, ma l'azienda di Pontedera ha prontamente presentato ricorso a questa decisione.

KUMPAN ELECTRIC PRONTA A RIPARTIRE

Da parte di Kumpan, c'è soddisfazione per la decisione, anche perché quello che era avvenuto a EICMA aveva comportato un inevitabile danno di immagine. Ma la partita è ancora aperta, vedremo cosa accadrà nelle prossime settimane.

Vespa, le due ruote più "cercate" dagli italiani