In moto con sandali o ciabatte? Ecco cosa si rischia

In moto con sandali o ciabatte? Ecco cosa si rischia

Oltre che scomodo, guidare un mezzo indossando calzature aperte può risultare anche rischioso, ma cosa dice la legge a riguardo?

Redazione - @InMoto_it

Ormai siamo entrati nel pieno della bella stagione, dove sandali, ciabatte e infradito hanno sostituito le scarpe chiuse. Indossare calzature aperte alla guida di un mezzo può però essere rischioso oltre che scomodo. I rischi ci sono e vanno valutati anticipatamente prima di mettersi alla guida. In primis, in caso di caduta, andrebbe a mancare la protezione per i piedi, poi va considerato che, indossando ciabatte, zoccoli o infradito, o addirittura guidando scalzi, aumenta il rischio che il piede scivoli durante la marcia creando dunque problemi non solo al conducente ma all'intera circolazione.

Moto e vacanze: come trasportarla, quando non si guida?

Ecco cosa prevede la legge

Ma cosa prevede la legge a riguardo? Innanzitutto bisogno sottolineare che, così come per le auto, non vi è alcun divieto di mettersi alla guida con calzature aperte. Il Codice della Strada, però, impone di “comportarsi in modo da non costituire pericolo o intralcio per la circolazione e che sia in ogni caso salvaguardata la sicurezza stradale” e di “conservare il controllo del veicolo ed essere in grado di compiere tutte le manovre necessarie in condizione di sicurezza”, di “avere la più ampia libertà di movimento per effettuare le manovre necessarie per la guida” e “di avere libero uso delle braccia, delle mani e delle gambe”.

La Polizia di Stato sottolinea poi che viene data libera autodisciplina a motociclisti e automobilisti nella scelta di abbigliamento e accessori, l'importante è che non vi sia nulla che possa intralciare l'uso di mani e piedi. Ad ogni modo, qualora doveste essere fermati mentre siete alla guida con calzature aperte, potreste essere multati solo se guidate in condizioni di scarsa sicurezza. In quel caso vi potrebbe essere comminata una multa che va da 83 a 333 euro, fino al fermo amministrativo di 60 giorni.

Tucano Urbano, ecco i nuovi guanti estivi

Attenzione con l'assicurazione

Un capitolo a parte merita poi la questione assicurazione. In caso di incidente mentre si è alla guida con calzature aperte, l'assicurazione potrebbe addossare al proprio cliente l'intero o il parziale risarcimento del danno in quanto alla guida in condizioni di scarsa sicurezza. Potrebbe essere un sacrificio, ma indossare scarpe chiuse alla guida anche durante il periodo più caldo è dunque consigliato. Per i motociclisti, addirittura, meglio stivaletti che possano proteggere piedi e caviglie. La sicurezza prima di tutto.

  • Link copiato

Commenti

InMoto in abbonamento