Le tanto agognate vacanze sono alle porte per molti italiani. Qualcuno ha già avuto la fortuna di potersele godere, altri invece devono attendere agosto. Tra i tanti che stanno cercando di progettare le proprie ferie ci sono quei motociclisti che non possono guidare la propria due ruote lungo il tragitto, ma vogliono comunque portarla in vacanza. Un problema che ha poche soluzioni, soprattutto da quando le ferrovie italiane non effettuano più questo servizio. L’alterativa è rivolgersi a trasportatori privati, visto che noleggiare un furgone potrebbe risultare davvero molto costoso.

Ducati, total look touring per i viaggiatori

I trasportatori privati

Negli anni sono aumentati notevolmente i trasportatori privati, specialmente quelli che si trovano in rete, come i portali Motohelp, Spedingo, Shiply e Macingo. Come funzionano questi servizi? Il portale specializzato raccoglie le disponibilità degli autotrasportatori affiliati e verifica che questi abbiano spazio nel loro veicolo per trasportare la moto. Il resto poi è semplice: basta inserire luogo di partenza e di arrivo, la tipologia di due ruote e richiedere un preventivo.

Il prezzo, naturalmente, varia in base alla distanza da percorrere e al modello che deve essere trasportato. Per decidere quale portale utilizzare, sarebbe opportuno non affidarsi a pubblicità che millantano trasporti a prezzi bassissimi: sempre meglio fare qualche simulazione, richiedere più preventivi per fare un confronto e poi scegliere la soluzione migliore.

Bonus vacanze, tutto quello che c'è da sapere per l'estate