Uno sconto del 50% sul prezzo di un capo dotato di airbag, fino a un massimo di 250 euro di spesa. Questa la proposta contenuta in un emendamento presentato dal deputato del Movimento 5 Stelle, Nunzio Angiola, collegato alla Legge di Bilancio, in discussione in Parlamento. Nello specifico, l'emendamento non prevedeva alcuna distinzione, per accedere all'incentivo, tra le varie tipologie di airbag, ad azionamento meccanico o elettronico, integrate direttamente nei capi di abbigliamento o da indossare per integrare accessori tecnici già in dotazione.

Alpinestars protegge le ladies con Stella

LA PROPOSTA DI un bonus per l'acquisto di airbag era scaturita dall'esigenza di garantire il massimo della sicurezza a una categoria, come quella dei motociclisti, tra le più a rischio come conferma il crescente numero di incidenti stradali che coinvolgono moto e scooter. Un proposito condivisibile se non fosse che l'emendamento sugli airbag è destinato a rimanere inattuato in quanto mancano le coperture previste per finanziarlo.

A COMUNICARLO è stata la Commissione Bilancio della Camera che si è pronunciata sulle modifiche da apportare alla Legge di Bilancio con altre proposte bocciate o accantonate per lo stesso motivo. Se la norma sugli Airbag è saltata, si cercano, invece, coperture per l'attuazione, da gennaio 2020, dell'Assicurazione Familiare, un provvedimento quest'ultimo che potrebbe apportare un notevoli risparmio nel pagamento del premio assicurativo pe le polizze auto e moto.

Assicurazione Moto e Scooter: quanto si risparmia con la familiare