Dedicata ai giovani amanti delle cromature e della guida comoda, nel 2016 è stata presentata la Honda CMX500 Rebel, che con il suo look ‘bobber’ – ha subito conquistato un ottimo successo di mercato in tutta Europa, tanto da essere nel 2019 la terza moto custom più venduta del Vecchio Continente.

Ora Honda Motor Europe ha deciso di affiancare la Rebel 500 con una sorella maggiore: la Rebel CMX1100, che va ad arricchire la line-up 2021.

Semplice ma all'avanguardia

La Casa alata ha mantenuto i capisaldi del progetto Rebel, ovvero semplicità delle linee, sella bassa, divertimento di guida e alta qualità costruttiva, “condendo” la nuova 1100 con una maggiore performance ed elementi di avanguardia tecnologica.

La sella è a soli 700 mm da terra, il peso è di 233 kg con il pieno, e quindi contenuto rispetto alle moto dello stesso segmento, e il cambio a doppia frizione DCT è stato elaborato per godersi la “schiena” del suo grosso motore bicilindrico 1100.

Il telaio in tubi di acciaio è solido, resistente, per rendere la guida intuitiva; le sospensioni sono efficaci ma anche intonate all’indole della moto (forcella a cartuccia da 43 mm e ammortizzatori con piggy-back), con un set-up confortevole ma anche rigoroso quando si comincia a guidare tra le curve. Infine, i freni offrono il mix ideale tra potenza frenante e modulabilità, grazie al disco anteriore di 330 mm e alla pinza ad attacco radiale a 4 pistoncini.

Con il motore dell'Africa Twin

Il motore è il bicilindrico parallelo di 1.084 cc, lo stesso della CRF1100L Africa Twin, sul quale sono stati applicati una serie di accorgimenti per amplificarne la pastosità dell’erogazione ai regimi bassi e medi. Sviluppa 87 CV e una coppia massima di 98 Nm, con una nota di scarico bassa e cupa fino a metà regime ma grintosa e più acuta all’approssimarsi del limitatore.

La nuova Rebel 1100 è possente ma al contempo minimalista. I parafanghi in acciaio coprono cerchi e gomme di larga sezione, il gruppo ottico anteriore tondo ospita luci a LED, il display LCD a retroilluminazione negativa è compatto ma ricco di informazioni e la luce posteriore con lente bianca strizza l’occhio al mondo della customizzazione.

Quanta tecnologia!

Dalla sua un grosso “bagaglio” tecnologico: il comando del gas TBW (Throttle By Wire) gestisce 4 Riding Mode, di cui uno completamente personalizzabile, 3 livelli di controllo di trazione HSTC (Honda Selectable Torque Control), il sistema anti-impennata, il Cruise Control e le cambiate del DCT (Dual Clutch Transmission).

Insomma, la nuova Rebel 1100 si propone come speciale combinazione di look classico e tecnologie moderne, sotto il segno della innovazione.

Honda CB1100X, novità crossover in arrivo nel 2022?