Anche i paddock stanno cambiando. Tra i motorhome, i truck e i gazebo ci si muove sempre di più accompagnati dal sibilo elettrico, grazie anche a scooter sempre più frizzanti e dalle buone prestazioni come quelli marchiati Super Soco. Non è dunque un caso se proprio il brand 100% elettrico del gruppo Vmoto Soco ha inaugurato all'interno del Misano World Circuit il primo store dedicato alla mobilità green in un circuito del Campionato Mondiale MotoGP. Lo spazio ha aperto ufficialmente i battenti questo lunedì 12 luglio alla presenza di tre padrini d'eccezione: Jorge Lorenzo, Michele Pirro e Dario Marchetti. Il maiorchino è già da qualche tempo ambassador Super Soco, mentre il talento di San Giovanni Rotondo è padrone di casa qui a Garage 51, nella nuova area commerciale sita all'interno del circuito romagnolo.

IN PISTA CON JORGE

 

Assieme a loro e a tanti ospiti del settore, c'erano anche due giovani follower di Jorge Lorenzo che hanno vinto la possibilità di passare la giornata con il loro idolo e fare un giro di pista con lui in sella ai Super Soco CUx nella speciale livrea Misano World Circuit che sottolinea come l'azienda sia già da tempo fornitore degli scooter utilizzati all'interno dell'autodromo.

Dopo le celebrazioni, però, è arrivato il momento della pista! Martedì il pentacampione mondiale ha indossato la tuta per la prima volta (almeno pubblicamente) dal suo ritiro ed è sceso in pista. E la tuta non poteva che essere in una livrea dedicata Vmoto Soco. Assieme ai già citati Pirro e Marchetti, ma anche tanti altri piloti noti come la MotoGP Legend Marco Lucchinelli, Massimo Roccoli, Gianfranco Guareschi, Stefano Manici e Sebastiano Zerbo si sono dati appuntamento per la prima edizione del ProDay, un'iniziativa fortemente voluta da Graziano Milone, CEO Vmoto Soco Italy e President and Business Strategy Development di Vmoto Soco International.

FESTA è STATA

Il paddock è stato impreziosito dalla presenza di numerosi brand di settore che hanno voluto essere presenti a un evento tanto importante oltre ad offrire assistenza ai numerosi riders. “Una festa ben riuscita” ha commentato felice Graziano Milone “l’atmosfera che si respirava all’interno dei box, non solo in quello dei campioni, ma in tutta l’area ProDay, era l’atmosfera piacevole e rilassata di una festa fra amici. Era il nostro obiettivo! Io pensavo che i nostri ospiti sarebbero stati i più felici e invece i nostri campioni si sono dimostrati tali da condividere la pista con degli amatori per dare loro qualche consiglio e per farsi ammirare nella poesia della loro guida. Fantastico. Durante l’evento ho ricevuto diverse telefonate da amici e colleghi che hanno seguito il ProDay sui social delle aziende coinvolte e si sono detti pronti a partecipare alla prossima edizione. Adesso e il momento di godersi questo successo in attesa di pianificare una seconda edizione!

Moto elettriche, ANCMA: ottima crescita nel primo semestre 2021