Una moto completamente elettrica da più di 200 cv, da far correre al Tourist Trophy dell'Isola di Man, marchiata Norton Motorcycles, da costruire assieme a un team selezionato dell'Università di Warwick.

UN PROPULSORE COSTRUITO IN SETTE MESI

Si tratta dell'ultima idea partorita dal neonato (o meglio, rinato) marchio britannico, che per aiutare gli studenti di ingegneria nel sviluppare la moto, ha donato un telaio e alcuni dati. Il team di ricerca in sette mesi ha sviluppato un motore elettrico, utilizzando il telaio di una Norton V4 come piattaforma. Il propulsore eroga una potenza di 201 cv e 400 Nm di coppia.

BATTERIA: LE CARATTERISTICHE

Ad alimentare il motore elettrico, un pacco batteria raffreddato a immersione progettato e testato dagli studenti, il primo del suo genere per l'applicazione in una moto a zero emissioni. La batteria ha una capacità di 16 kWh ed è progettata per durare più a lungo attraverso l'applicazione di strategie di gestione termica, consentendo anche picchi di potenza a breve termine più ampi, richiesti da una moto da corsa. Inoltre, il sistema di raffreddamento consentirà al team di operare a un intervallo di temperatura più efficiente, ottimizzando la temperatura di partenza del fluido dielettrico prima di una gara o di un test drive, in base ai requisiti della pista. La livrea è biancorossa con la scritta WMG - sigla dell'Università di Warwick - sulle fiancate.

Norton F1: la supersportiva bella e dannata