BMW R Nine T non ha di certo bisogno di presentazioni. Da quando la naked fu presentata nel lontano 2014, infatti, non ha mai avuto problemi nell’incarnare il vero spirito delle Roadster: moto stradali create per essere semplici, con tanta sostanza e poca superficialità.

Partendo proprio da questo concetto, VTR Customs – società dedita alla customizzazione - ha dato vita ad una due ruote molto simile nel carattere, ma che prende la sua ispirazione direttamente dalla Aston Martin DBR9. Stiamo parlando della BMW DBR9T.

BMW R NineT, tutta la personalità custom di Zillers Garage

COLORAZIONE ISPIRATA AL VERDE RACING

Costruita su commissione di un architetto scozzese, la due ruote targata VTR si presenta ora robusta e accattivante. Sotto al telaio porta in dote l’iconico motore boxer bicilindrico 4T da 1.170 cc raffreddato ad aria/olio con 2 alberi a camme e 4 valvole per cilindro, in grado di sviluppare una potenza massima di 108 cv (80 kW) a 7.250 giri/min e una coppia massima di 116 Nm a 6.000 giri/min.

Tuttavia, rispetto al modello di serie presenta notevoli cambiamenti nell’aspetto esteriore. Il codino è stato infatti notevolmente accorciato e ora si presenta interamente in alluminio. Lo stesso vale anche per il guscio che avvolge il faro anteriore, per la sella in pelle e per il serbatoio, che ora – oltre a mostrare un logo simile a quello della Casa automobilistica inglese - adotta una colorazione quasi ispirata al Verde da corsa britannico presente sulle livree Aston Martin.

Chiudono, poi, il restyling di questa speciale versione un nuovo scarico Akrapovic, un manubrio LSL in stile café racer, un nuovo tachimetro targato MotoGadget, nuovi cerchi Kineo da 17”, filtro dell’aria K&N e nuove sospensioni Ohlins.

Triumph Thruxton 900 Gullwing X: café racer che si ispira alle auto