Il fatto che quest’anno EICMA, la fiera della moto più importante al mondo, non si farà, ha permesso a tutte le aziende di organizzarsi singolarmente per presentare le novità 2021. BMW per esempio ha deciso di scaglionarle: quelle che vi presentiamo oggi sono la BMW R 18 Classic e la rinnovata gamma BMW R nineT.

BMW R 18 CLASSIC

Con la R 18, BMW vuole creare un’intera gamma di moto, non è un segreto. Il secondo modello a utilizzare questa base tecnica si chiamerà R 18 Classic, una versione allestita per macinare chilometri senza pensieri. I cerchi sono entrambi di 16 pollici e di serie ci sono anche le borse in pelle, il cruise control e un maxi-cupolino con tanto di faretti aggiuntivi a Led. Il manubrio ha una piega piuttosto rialzata, le pedane sono a piattello e gli scarichi hanno una forma diversa, meno affusolata, per lasciar spazio alle valigie. Non manca nemmeno una confortevole sella per il passeggero. Il resto è identico alla R 18 First Edition: motore Big Boxer di 1.802 cc (91 CV e 158 Nm a soli 3.000 giri) per circa 350 kg di peso (con il pieno di benzina). Colore? Nera come la notte. Prezzo? A partire da 25.500 euro

BMW R nineT 2021

Un’altra novità importante riguarda la gamma BMW R nineT. A quanto pare, l’Euro 5 non comporterà l’adozione del raffreddamento a liquido: grazie a importanti accorgimenti tecnici al motore, (nuove teste, impianto di alimentazione, aspirazione e scarico, con il terminale ora sdoppiato su tutta la gamma), le nuove nineT saranno pur sempre equipaggiate con il boxer ad aria/olio (1.170 cc, ora capace di 109 CV a 7.250 giri con una curva di coppia più energica ai bassi-medi regimi), con buona pace dei detrattori del liquido.

Non è tutto: nella parte anteriore trova posto il nuovo gruppo ottico con luce a LED, più grande nella zona posteriore (in generale, tutta la fanaleria ora è a LED) e grazie a una nuova sospensione posteriore (con regolazione remota del precarico) dovrebbe essere garantito un miglior comfort. La nuova gamma BMW R nineT è composta da 4 modelli (per ora): standard, Pure, Scrambler e Urban G/S (quest’ultima disponibile in combinazioni cromatiche che richiamano le vecchie G/S della Dakar). Nel pacchetto di serie ora sono offerti anche l’ABS Pro (Cornering), il Dynamic Brake Control (frenata combinata), una presa USB e due modalità di guida, Rain e Road (optional per la standard e la Pure c’è la modalità Dyna, per la Scrambler e la Urban G/S invece la Dirt; per entrambe, volendo, ci sono il DTC e l’MSR, il controllo elettronico del freno motore).

Euro 4: le moto in stock potranno essere vendute anche nel 2021