Guida alla scelta: le moto 2022 per chi vuole la sella bassa

Guida alla scelta: le moto 2022 per chi vuole la sella bassa

Che sia un'esigenza o una scelta stilistica, avere una ridotta distanza da terra è per molti una prerogativa. Orientiamoci tra le proposte molto diverse del mercato

Triumph Street Twin: 765 mm

Per stilare questa guida alla scelta per le moto con la sella bassa c'eravamo posti il limite dei 750 mm di altezza da terra, ma ci siamo presto resi conto che avremmo escluso seppur di poco una proposta molto interessante sia per il pubblico maschile sia femminile. Abbiamo perciò deciso di "ripescare" la Street Twin di Triumph anche per avere una valida alternativa alle cruiser. È infatti inevitabile che il solo criterio della sella vicina al terreno porti verso quel genere. Invece la Street Twin è una modern classic che si ispira ai modelli tradizionali della scuola inglese degli anni Sessanta ma li reinterpreta in chiave moderna. Il bicilindrico in linea di 900 cc è raffreddato a liquido ed ha 65 CV a 7500 giri e 80 Nm a 3800 giri. Spinge bene ai bassi regimi insomma e sale morbido con prestazioni che fanno la felicità di chi è più smaliziato nella guida ma non creano grattacapi a chi lo è di meno. Esteticamente curata, è una moto con un alto livello costruttivo con un'estetica che non passerà mai di moda. Pesa 216 kg e viene proposta da Triumph a 9.250 euro.

A chi la consigliamo?

Agli amanti della scuola inglese, è ovvio, ma non solo. La Street Twin è una moto con cui si può fare tutto e di gusto. Le prestazioni sono ottime, il motore ha parecchia coppia e spinge in modo morbido, progressivo. La ciclistica lo accompagna anche nella guida più allegra, ma non è una moto pensata per correre. È una moto nata per godersi la strada e per essere ammirata ogni volta che la si parcheggia. Lo spazio per chi viaggia tanto in coppia non è il massimo che c'è, ma alla fine si rivela più comoda e pratica di quanto si pensi.
 

Indietro

8 di 8

  • Link copiato

Commenti

InMoto in abbonamento