Moto cinesi: "Preferisco un usato. Ma la qualità cresce e costano poco"

Moto cinesi: "Preferisco un usato. Ma la qualità cresce e costano poco"

A voi la parola: alcune delle mail arrivate in redazione fanno capire il pensiero oggi più ricorrente sulle moto che arrivano dalla Cina. Ma per alcuni sono comunque una valida alternativa alla proposte delle Case "tradizionali" a volte troppo costose

Redazione - @InMoto_it

Salve, voi chiedete se è giusto o meno acquistare moto cinesi poi bla, bla, bla... il sistema mercato delocalizzazioni, bla bla... Ma se la paga di chi lavora in alcuni servizi pubblici è arrivata a 7 euro netti all'ora come pretendere che si possa mantenere in piedi la macchina economica occidentale, dove prodotti come molte Marche conosciute arrivano a costare fino a 26/27 mila euro

Massimiliano Pinciotti

Grazie, ciao!


Buongiorno, ho letto l'articolo e posso dire tranquillamente che continuerò a chiamarle "cinematografica". Sono possessore di una Moto Guzzi Bellagio del 2007, ho avuto anche Honda e penso che continuerò a comprare moto che non abbiano nulla a che fare con la Cina tipo Benelli o anche certe BMW. A 62 anni suonati penso di finire la mia carriera di motociclista senza dover accettare il compromesso o imposizioni cinesi. Cordiali saluti.

Fiorenzo Radaelli 

  • Link copiato

Commenti

InMoto in abbonamento