La Polizia lo becca a 174 km/h tra i tornanti: inseguimento in Sardegna

La Polizia lo becca a 174 km/h tra i tornanti: inseguimento in Sardegna

L’imprudente motociclista milanese aveva superato ben 114 km/h il limite consentito e dopo accertamenti, si è scoperto anche che era in possesso di una patente scaduta 

Redazione - @InMoto_it

La Sardegna è una delle mete più amate dai biker italiani e non solo. Le sue strade larghe, piene di curve a filo di scogliere dalla vista mozzafiato, attirano molti motociclisti che però spesso si dimenticano di rispettare regole e limiti. È il caso di questo motociclista milanese che, probabilmente in vacanza con la sua Honda, è stato inseguito e denunciato per la sua guida estremamente pericolosa. 

RITROVA LA SUA HONDA AFRICA TWIN E FA SCOPRIRE ALLA POLIZIA MAGAZZINO DEI LADRI 

Vacanza rovinata

Sulla strada statale 125 orientale il limite massimo che può essere raggiunto da vetture e motocicli è di 60 km/h. Per questo, quando il motociclista è sfrecciato a ben 174 k/h in tutta tranquillità con la sua Honda VFR 1200 il telelaser l'ha immdiatamente intercettato. A quel punto la Polizia Stradale di Lanusei ha iniziato a seguirlo, intimando al 30enne di fermarsi, ma venendo completamente ignorata. Così è iniziato l’inseguimento per 12 chilometri: una volta riusciti a fermarlo, gli agenti hanno scoperto che l’uomo era anche in possesso di una patente scaduta, quindi hanno proceduto al sequestro del mezzo e alla denuncia penale. 

IMPENNATE IN SCOOTER PER UN 21ENNE, IL PADRE LO VA A PRENDERE MA È SENZA PATENTE 

  • Link copiato

Commenti

InMoto in abbonamento