Un recente via libera da parte del Governo ha finalmente concesso anche ai tre ruote di viaggiare in autostrada. Ecco perché, oggi più di ieri, possono rappresentare un’ottima alternativa a chi cerca un mezzo versatile, veloce ma soprattutto sicuro. E parlando di tre ruote, l’azienda francese Peugeot ha rinnovato da cima a fondo il proprio Metropolis, cogliendo la scusa dell’Euro 5. Vi raccontiamo com’è fatto e come va in questo #SottoEsame.

DESIGN PEUGEOT METROPOLIS

Basta un’occhiata fugace al Peugeot Metropolis per intuire come i designer auto e moto di Peugeot abbiano lavorato appaiati. Hanno pensato a linee eleganti, sobrie, ma al tempo stesso dinamiche, che riprendessero gli stilemi delle moderne auto marchiate Peugeot. E il risultato è quello che vedete nella gallery. Il lato estetico comunque viene declinato in maniera differente a seconda dell’allestimento: più classico in Allure, più sportivo in Active. VOTO 6,5

CONTENUTI TECNICI PEUGEOT METROPOLIS

Gli uomini Peugeot ci tengono a sottolineare come il motore del Peugeot Metropolis sia tutto nuovo ma soprattutto fatto in casa. Non c’è un componente mutuato da altri motori, come spesso accade per questo genere di mezzi. Si chiama 400i LFE (Low Friction Engine) ed è stato rivisto per soddisfare i requisiti della normativa Euro 5 (migliorati gli attriti, la fasatura e la mappatura iniezione, oltre al nuovo catalizzatore). Eroga 36 CV a 7.250 giri e 38,1 Nm e con i 13,5 litri del serbatoio percorre 300 km. Il peso a secco è di 271 kg. Sue caratteristiche peculiari rimangono la pedana piatta, il sottosella diviso in due (17 litri sotto il sedile e un bagagliaio buono per un casco integrale) e l’avantreno DTW (Dual Tilting Wheels, un doppio triangolo accoppiato a una sospensione idraulica, collegati a ruote indipendenti e inclinabili). Non manca l’elettronica, racchiusa in un pacchetto degno di una moderna auto. Il display è un TFT di 5 pollici con sistema iConnect (solo per l’allestimento Allure), la chiave è del tipo smart-key e poi ci sono il controllo di trazione (Sport, Urban, Off), l’ABS e la frenata combinata. VOTO 7

ERGONOMIA E COMFORT PEUGEOT METROPOLIS

Una volta in sella al Peugeot Metropolis si sta belli comodi: la pedana piatta offre molta libertà di movimento, il manubrio è alla giusta altezza e il parabrezza ripara bene, senza il classico taglio a mezza vista anche per chi ha taglie extra-long. Solamente l’operazione di avviamento richiede un minimo d’apprendistato (schiaccia-gira-schiaccia) anche se il sistema Smart Key è molto comodo; l’anti-tilting, invece, è un sistema tanto facile quanto funzionale. E chi li mette più giù i piedi al semaforo? Bella anche la strumentazione, completa e luminosa. Qualcosa da dire invece sul sottosella, con lo spazio a disposizione non esagerato e soprattutto non così razionale (meno male che ci sono i cassettini nello scudo), e sul parabrezza: da prodotto premium quale è, non starebbe male un comando elettrico per la regolazione. VOTO 7,5

PIACERE DI GUIDA E FATTORE EMOZIONALE PEUGEOT METROPOLIS

Avere due ruote là davanti è un po’ sconcertante, soprattutto se siete appena scesi da un classico scooterino da città. Il feeling è vagamente filtrato e si ha una strana sensazione di distacco. Ma basta muoversi un poco per ritrovare sensazioni conosciute. Bisogna entrarci in sintonia, con il Metropolis, anticipare i comandi perché l’inerzia c’è e non è poca. Anche se, va detto, l’ottimo lavoro svolto sull’idraulica del sistema di basculamento permette di svoltare abbastanza in fretta nei vicoli della città, a patto di avere un po’ di equilibrio e dimestichezza. La stabilità è buona, mentre la frenata sfiora l’eccellenza: volendo, ci si ferma in un lampo. Il motore è un gioiellino: dal minimo e fino alla zona rossa del contagiri c’è spinta utile, non si hanno buchi o incertezze ma sempre potenza fluida e costante. Da notare anche la totale assenza di vibrazioni e l’ottimo feeling con il gas, fin dalla partenza. Sul motore, alla concorrenza, non rimane che imparare. VOTO 6,5

RAPPORTO QUALITà/PREZZO PEUGEOT METROPOLIS

I prezzi del nuovo Metropolis partono da 9.399 euro (pacchetto Active), leggermente superiore alla diretta concorrenza. È vero però che il Metropolis è un prodotto premium, equipaggiato con la migliore tecnologia. VOTO 6,5

CONCLUSIONI

In Italia è un mercato piuttosto di nicchia, quello dei tre ruote di grossa cilindrata, ma a prescindere da questo il nuovo Metropolis è un ottimo prodotto. Ha un motore eccellente, una guida versatile e per di più si guida con la patente B (ha il pedale del freno posteriore). Non avrà vita facile, ma di sicuro ha buone carte da giocarsi. VOTO FINALE 6,8

TUTTE LE PROVE E LE VIDEO-PROVE DI INMOTO.IT