Avevamo già parlato del progetto concept bike a cui Wunderlich stava lavorando e che aveva già presentato poco meno di un mese fa attraverso un piccolo video teaser. Ora però, della motocicletta derivata dalla BMW R18 si iniziano a conoscere i particolari, perché l’Azienda di Grafschaft l’ha ufficialmente mostrata al pubblico.

BMW R18 e R18 Classic MY 2022

Less is more

Non è solo una R18, è una RockBob. E fanno bene Stefan Nebel, testimonial Wunderlich, e Frank Hoffmann, a.d. del Marchio, a presentarla in questo modo, perché la nuova Wunderlich R18 è una bobber che si discosta dalla versione standard, per tutta una vasta serie di componenti appositamente sviluppati.

Costruita con un intento minimalista, la R18 RockBob vanta infatti una ricca quantità di elementi firmati Wunderlich pur restando accattivante e semplice allo stesso modo. Insomma, “Less is more”, come diceva l’architetto tedesco Ludwig Mies van der Rohe.

Il nero sta bene con tutto

Ed è forse proprio da questa frase che sono partiti in Wunderlich per dar vita ad una bobber audace come la R18 RockBob: le sue linee minimal, così come sono minimal la finitura scura della livrea, del motore, dell’impianto di scarico, dei collettori rivisti in ceramica, dei parafanghi in alluminio, del manubrio e del portatarga laterale, che insieme si fondono perfettamente gli uni con gli altri, danno vita ad una moto – a detta le Marchio - con una spiccata personalità.

Completamente omologata per la guida su strada, la Wunderlich R18 RockBob vanta infine specchietti in stile café racer integrati nelle manopole, indicatori di direzione a LED posti all’estremità del manubrio e sul parafango posterioe, leva freno e leva frizione Wunderkind, sella in pelle color cognac con molle a spirale e fanale posteriore integrato, tappo serbatoio e piastra motore con stemma Wunderlich.

Wunderlich: nuova gamma di accessori per BMW