"BAR!STA, offrimi una moto". No, non è il caldo che ci dà alla testa. Ci piace immaginare che questa frase sia uscita fuori tra il team del tuner tedesco Mainhattan Choppers, specializzato, come suggerisce il nome, nell'elaborazione di modelli chopper e affini, soprattutto Harley-Davidson.

DA SCRAMBLER A CAFÉ RACER

L'azienda con sede a Francoforte ha infatti deciso di dare questo singolare nome al loro ultimo lavoro, una customizzazione di una Harley Sportster, trasformata da scrambler a café racer in versione fantascientifica. Il nome è in realtà un omaggio alle origini delle café racer, nate tra i motociclisti che frequentavano i coffee shop londinesi negli anni '60. La parola BAR è sembrata quindi appropriata.

LINEE FUTURISTICHE CON LE FORME TRADIZIONALI

Per realizzare la special, Mainhattan Choppers ha chiesto l'aiuto di Ian Alderton, ex membro del team ricerca e sviluppo di Honda Europe e profondo conoscitore del mondo custom. Per evolvere il design della moto, Mainhattan e Ian Alderton hanno prima realizzato gli schizzi e i modelli iniziali in argilla, per poi costruire i prototipi in plastica rinforzata in vetro. Le curve si presentano eleganti e spigolose, con forme sofisticate e visionarie, che vanno a contrastare con l'aspetto tradizionale della Sportster. Quasi a voler unire passato e futuro intervengono i nuovi tubi di scarico, che serpeggiano tra la carrozzeria. Il motore rimane quello raffreddato ad aria da 1200cc. Una verniciatura argentata e nera riveste serbatoio e coda.

‘Black & Yellow', ovvero la Triumph Scrambler Barbour

Il kit base partirà da 10.200 euro, con diverse combinazioni di scarico, manubrio, ruota e accessori in configurazioni neoclassiche, futuristiche-moderne o retrò.