Il fatto che Easy Rider sia stato realizzato con un budget minimo, fa riflettere su quanto questo film abbia segnato non solo la storia cinematografica, ma l’immaginario collettivo di intere generazioni. E oggi, a distanza di oltre 50 anni, la passione per la pellicola di Peter Fonda e Dennis Hopper non sembra diminuire. Lo dimostra la grande attesa per l’asta a Glendale (California), dall’11 al 14 marzo 2020, durante la quale sarà battuta la replica (molto fedele) dell’Harley-Davidson Panhead del 1963, chiamata Captain America.

Replica, ma icona

Non è l’originale, d’accordo, ma questo non toglie nulla alla componente emotiva. Questa replica della Captain America è stata costruita per essere esposta all'Hard Rock Cafe a San Francisco e per molti anni, dal 1990 al 2015, è stata esposta allo Sturgis Motorcycle Museum (in South Dakota). Il chopper monta un vecchio Panhead, bicilindrico da 1200 cc accoppiato a un cambio a 5 marce. Salta all’occhio il serbatoio, di piccole dimensioni, con i colori tipici della bandiera americana, ma anche la forcella lunghissima, così come il sissy bar, e il manubrio decisamente ampio. Nonostante qualche leggera differenza con l’originale (plausibile), il futuro proprietario di questa iconica Harley potrà tornare, non solo con la mente, negli anni ’70.

Matchless G45 Racer, rarità del 1956 all'asta