Una moto elettrica in grado di riprodurre fedelmente le sensazioni che si provano salendo su una termica. È quanto si ripromette di realizzare EMULA, due ruote green presentata a EICMA 2019 dalla start-up piemontese 2electron.

EMULATORE - Potrebbe sembrare un’utopia tecnologica, ma il prototipo presente al Salone milanese si profila come uno dei più curiosi e interessanti dell’intera esposizione. Grazie alla tecnologia McFly, infatti, EMULA (mai nome fu più azzeccato) non è un simulatore standard, ma un vero e proprio emulatore delle sensazioni di guida che si provano su una motocicletta classica. Il guidatore potrà scegliere qualsiasi moto di oggi e di ieri, a quattro cilindri fino alle due tempi, e sentirne rumori, vibrazioni dello scarico ma non solo.

MECCANICA RIPRODOTTA - Perché è l’intera meccanica ad essere coinvolta: il cambio e i suoi rapporti, la frizione, l’erogazione della potenza, per una tecnologia che sembra avere dell’incredibile. La personalizzazione dei veicoli è permessa dalla possibilità di scaricare, tramite l’apposita app, diversi pacchetti, ognuno caratteristico di una moto ad alimentazione termica. L’avventura di EMULA è solamente all’inizio. Di certo, ha già cominciato ad intrigare gli appassionati.

Moto Guzzi a EICMA con V85 TT e V7 Special