Il segno "più" caratterizza il mercato delle due ruote usate anche per il mese di luglio. Dopo i dati positivi a due cifre registrati a giugno, l'onda lunga della ripresa prosegue anche nel settimo mese dell'anno. Arrivano dunque segnali confortanti dopo le grandi perdite dei mesi di marzo e aprile, quando salire in sella a una moto era un sogno irrealizzabile, visto il confinamento in casa a causa dell'emergenza Coronavirus. 

Mercato moto: a luglio continua il boom di immatricolazioni

I dati

Considerando l'analisi statistica realizzata dall'Automobile Club d'Italia sui dati del PRA, in termini numerici i passaggi di proprietà dei motocicli, al netto delle minivolture (trasferimenti temporanei a nome del concessionario in attesa delle rivendita al cliente finale) hanno registrato un'impennata del 25,8% rispetto a 12 mesi fa, riducendo dunque all'11,9% il calo registato nei primi sette mesi dell'anno. 36.824 sono invece state le immatricolazioni di motocicli nuovi (con cilindrata superiore a 50cc), con un incremento del 24,59% rispetto allo stesso mese dello scorso anno (25,7% se consideriamo anche i cinquantini). 

Le radiazioni

Trend negativo invece per quanto concerne le radiazioni che, rispetto a luglio 2019, registano una decrescita del 6,7%. Nel complesso, nei primi sette mesi dell'anno, il bilancio è caratterizzato da un pesante segno "meno": 28,1%.