Motociclista paraplegica con casco e tuta alla Maratona di Londra

Motociclista paraplegica con casco e tuta alla Maratona di Londra© Twitter/Claire Lomas MBE

La storia della britannica Claire Lomas, rimasta paralizzata dal 2007, che ha partecipato alla corsa con un kit d'abbigliamento da biker completo ha completato il percorso in 6 ore e 40 minuti

Redazione - @InMoto_it

Una storia di coraggio, tenacia, tra beneficenza e amore per le due ruote. Arriva dalla Gran Bretagna, e ha come protagonista Claire Lomas, motociclista rimasta paralizzata dalla vita in giù a partire dal 2007, quando è rimasta vittima di un incidente a cavallo, che ha completato la Maratona di Londra sulla sedia a rotelle con un kit completo da biker.

L'IMPRESA IN 6 ORE E 40 MINUTI

Sposata con due figli, Claire ha scoperto l'amore per le moto, una passione che l'ha ispirata a intraprendere la sua ultima impresa: raccogliere fondi per i bambini disabili. E sono state addirittura 750.000, le sterline raccolte nel corso degli anni e devolute a diversi enti di beneficenza. Dotata di un abbigliamento completo da motociclista, compreso casco e tuta in pelle, ha completato la corsa sulla sedia a rotelle in ben 6 ore e 40 minuti (si era prefissata di farlo in 8). Una bella impresa, ma non l'unica.

L'impresa di Costa: attraversa in aereo due gallerie a 245 km/h

La "carriera" a due ruote di Claire ha visto infatti la ragazza protagonista di numerosi track-day, senza dimenticare che possiede una particolare licenza di gara valevole per il Regno Unito. Una delle sue soddisfazioni più grandi rimane quella di aver corso, nel 2019, ogni Round del British Superbike Championship in sella alla sua Ducati SuperSport opportunamente modificata. Insomma, una motociclista non nuova alle grandi imprese.

  • Link copiato

Commenti

InMoto in abbonamento