Le moto disturbano persone e animali: protesta a Bolzano contro le trial

Le moto disturbano persone e animali: protesta a Bolzano contro le trial

Crossisti sotto accusa lungo la zona dello Sciliar, nelle Dolomiti, fino al Rifugio Bolzano: i loro comportamenti rovinerebbero il manto erboso e spaventerebbe la fauna alpina

Redazione - @InMoto_it

Ennesimo capitolo nell'eterna questione delle moto rumorose e delle polemiche che si trascinano dietro. L'ultimo episodio in tal senso arriva da Bolzano e dalle moto trial che percorrono il Massiccio dello Sciliar, fino al Rifugio Bolzano, nelle Dolomiti, in una zona situata in pieno parco naturale.

Tirolo, limite rumore a 95 dB? Le moto ne emettono di meno

TUTTE LE COLPE DEI MOTOCICLISTI...

Scorribande che hanno fatto insorgere il Club Alpino della città altoatesina, proprietario del Rifugio, che ha dichiarato "inaccettabile" il comportamento dei crossisti: "Si tratta di un comportamento - scrive il presidente del CAI di Bolzano, Riccardo Cristofoletti - che non rispetta in alcun modo il delicato ambiente di montagna, che non a caso è sottoposto a tutela. Inoltre, l'utilizzo dei motori disturba le persone, danneggia il sentiero, rovina il manto erboso dei prati e spaventa la fauna alpina. A ciò si aggiunga l'inquinamento dell'aria, acustico e luminoso, visto che i mezzi sono scesi ormai con il buio". 

Moto da cross rumorosa: lite e minacce con una pistola

Il CAI ha condannato il comportamento dei motociclisti e anche quello di Harald Gasser, gestore del Rifugio, reo, secondo l'associazione, di tollerare e giustificare la presenza delle trial su quei terreni. Staremo a vedere come si risolverà la vicenda.

  • Link copiato

Commenti

InMoto in abbonamento