Dal 14 al 20 settembre torna a Pesaro la Benelli Week, evento dedicato ai motociclisti ed appassionati della Casa del Leoncino organizzato dal Registro Storico Benelli e Motoclub Tonino Benelli, con la collaborazione di Benelli QJ.  Il raduno è aperto a tutte le marche e tipologie di motociclette.

L’edizione 2019 fu dedicata a Kel Carruthers, pilota australiano vincitore del Mondiale 250 nel 1969 in sella alla Benelli 250 quattro cilindri, con cui vinse nel Tourist Trophy e nei Gran Premi dell’Ulster e di Jugoslavia, a cinquant’anni dal suo trionfo. 

L’edizione 2020 sarà dedicata al pilota Dario Ambrosini, che nel 1950 fu campione del mondo in sella alla Benelli 250,vincendo tre delle quattro gare in calendario, tra cui il mitico Tourist Trophy.

Il programma

Si parte dal Museo delle Officine Benelli lunedì 14 settembre con “Il giro dei due passi”, itinerario di circa 220 km che porterà i partecipanti ad immergersi in un percorso tra boschi appenninici e morbide colline al confine tra Marche ed Umbria.

Martedì 15 settembre si farà invece tappa ad Osimo, con un itinerario di circa 190 km, alla scoperta delle Grotte del Cantinone.

Mercoledì 16, la tappa al Monte Nerone con un percorso mozzafiato tra le colline pesaresi, attraversando la città di Urbino, patrimonio dell’Unesco, e la caratteristica gola del Furlo. La città di Pesaro e le sue bellezze artistiche e naturali saranno lo scenario di giovedì 17 settembre. Si parte con la visita alla mostra “Noi, non erano solo canzonette” ai Musei Civici di Pesaro, per proseguire con una escursione in barca alla scoperta della costa marchigiana.

Venerdì 18, tappa a Pergola, per la visita del Museo dei Bronzi Dorati, percorrendo circa 160 km immersi nella natura.

Sabato 19 è in programma la più classica delle tappe motociclistiche: la “Strapanoramica”. Partendo dalla sede del Museo delle Officine Benelli di Pesaro i rider  affronteranno gli innumerevoli tornanti della famosa strada Panoramica, che collega Pesaro a Gabicce. Durante il percorso è prevista anche la visita guidata al caratteristico borgo di Casteldimezzo. Domenica 20 settembre, gran finale con la tradizionale “passeggiata” in moto aperta a tutti.

Dopo la deposizione di una corona d’alloro al busto di Tonino Benelli, si raggiungeranno i borghi di Novilara e Candelara, per assistere ad una rappresentazione rossiniana pensata per l’occasione.

In linea con le direttive disposte dal Ministero in materia di sicurezza, tutti i partecipanti al raduno dovranno essere provvisti di dispositivi di protezione individuale e dovranno mantenere la distanza di sicurezza di almeno un metro tra loro durante lo svolgimento della manifestazione.

Sul sito ufficiale delle Officine Benelli tutte le informazioni sull’evento e il programma dettagliato.

Mercato moto: a luglio continua il boom di immatricolazioni