Tutto potrebbe essere prorogato di 90 giorni. E' quanto emerge da una bozza di decreto legge riguardo i termini per la revisione di auto e moto. Un provvedimento messo in atto per venire incontro agli utenti che in periodo di Coronavirus sono ovviamente impossibilitati dall'adempiere agli obblighi di revisione alla propria moto. "I termini per la revisione generale -  si legge nella bozza - o parziale delle categorie di veicoli a motore e dei loro rimorchi stabilita dall’articolo 80, commi 3 e 4 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285 e successive modifiche e integrazioni sono prorogati di novanta giorni decorrenti dalla scadenza ordinaria stabilita dalle vigenti disposizioni".

IMPOSSIBILE RISPETTARE LE SCADENZE

Nella relazione che accompagna la misura si osserva che "le rigide misure di contenimento della diffusione del Coronavirus, e in particolare quelle che incidono sulla mobilità, assistite da sanzioni, non consentono di rispettare le scadenze stabilite dalla legge per la revisione generale o parziale delle categorie di veicoli a motore e dei loro rimorchi. E’ necessario pertanto prorogare il termine ordinario di revisione periodica".

Coronavirus, esce in scooter per cena da amici: denunciato