Italia e Francia sono come cane e gatto, difficilmente vanno d’accordo. A volte però nascono collaborazioni tra questi due Paesi, così simili eppure così diversi, e inevitabilmente nasce qualcosa di estremamente attraente. È questo il caso della nuova MV Agusta Superveloce Alpine, sportiva vintage che richiama la storia. Quale? Quella dell’Alpine, naturalmente. È stata fondata nel 1955 a Dieppe (nord della Francia) da Jean Rédélé, giovane appassionato di corse automobilistiche. Il nome Alpine scrisse la storia nel 1971 e 1973, quando la A110 (una berlinetta) vinse il Rally di Monte Carlo. Da qualche tempo Alpine è tornata a produrre un’auto sportiva leggera, compatta e concentrata sul piacere di guida. Tutti valori condivisi dalla stessa azienda varesina.

SUPERVELOCE ALPINE: COME è FATTA

Le forme della MV Agusta Superveloce Alpine sono quelle già conosciute. Parliamo di una sportiva fatta e finita, filante, con tanto di semimanubri, carene, motore e ciclistica da corsa (tre cilindri, 798 cc, 147 CV a 13.000 giri, traliccio in acciaio con piastre d’alluminio, monobraccio), ma design d’altri tempi. Il grosso faro tondo è solo uno dei tanti esempi. Questa particolare versione Alpine è un’orgia di dettagli speciali, lavorati da sapienti artigiani: Il Monaco Design Studio, la divisione di MV che realizza modelli su misura, è stata coinvolta nel progetto sin dall’inizio e ha lavorato a stretto contatto con i progettisti di Alpine. La livrea blu è identica a quella dell’attuale A110, come anche le “A” in rilievo sulla carenatura, la sella in Alcantara e impunture blu e i cerchi verniciati neri con lavorazione a macchina utensile. A segnare questa storica collaborazione tra i due versanti delle Alpi ci pensano le rispettive bandiere nazionali, incollate sul parafango anteriore. 

SERIE LIMITATA

Non è tutto: la MV Agusta Superveloce Alpine può fregiarsi anche di una speciale verniciatura grigio Avio per il traliccio, argento opaco per piastre telaio e monobraccio e decal in alluminio spazzolato sulla piastra di sterzo a indicare il numero progressivo. Già: se ancora avevate dubbi, questa Alpine è una serie limitata in…indovinate? 110 pezzi. Nei 36.300 euro richiesti sono compresi anche lo scarico a 3 vie Arrow, la centralina con mappa dedicata, il tappo serbatoio con cinghia Alpine, il coprisella passeggero, il telo coprimoto e il certificato Limited Edition, oltre a tutta una serie di componenti in carbonio.