Dopo quasi 9 anni, ed un sostanziale aggiornamento arrivato nel 2016, il 2021 ecco una Ninja ZX-10R rivista dagli uomini Kawasaki. Una moto che non rivoluziona quanto già visto con l'attuale modello, ma mostra tanti affinamenti utili a reggere il passo delle avversarie, soprattutto in SBK.

POCHI INTERVENTI, PER RESTARE AL VERTICE 

Jonathan Rea e Alex Lowes, in occasione dei test invernali di Jerez, hanno tolto i veli alla novità Kawasaki per il 2021. La versione della Ninja ZX-10R presentata è la moto in versione RR che correrà in SBK, mentre per il modello targato bisognerà attendre il 23 di novembre, cioè la data  prevista la presentazione ufficiale.

Dalle poche informazioni trapelate, al netto di una nuova zona anteriore che prende spunto dal design della Ninja "Turbocharged" H2 (da notare i deflettori integrati nella zona dei "fari"), la ZX-10R 2021 non presenta grosse modifiche estetiche. Quel che sappiamo è che il motore vanterà un maggiore allungo, con regime massimo incrementato di circa 600 giri/min rispetto all'attuale modello, con potenza che dovrebbe avvicinarsi alla soglia dei 210 CV. Il telaio, e il comparto ciclistico in generale, ricalca il medesimo layout della Ninja 2020, quello che cambierà è poco visibile ad occhio nudo.


Probabile una ridefinizione della rigidezze e un nuovo setting delle sospensioni. RIvisitazione avrà la parte elettronica e tecnologica che si annuncia decisamente più evoluta.

Nuova Aprilia RSV4, le immagini in fase di collaudo