Passata un po’ in sordina all’EICMA 2019, la AMB 001 è ora pronta per entrare in produzione. La luxury bike nata dalla collaborazione tra Aston Martin e Brough Superior (da qui la sigla AMB,ndr) è in dirittura d’arrivo – i primi esemplari saranno pronti per la fine di quest’anno - anche se sarà destinata a pochi e facoltosi fortunati: 100 le moto che verranno realizzate quasi interamente in modo artigianale nella sede di Tolone in Francia, 108.000 gli euro necessari per portarsela in garage. O in salotto. Considerata la qualità del prodotto, i materiali impiegati e il design, non sarebbe affatto una scelta strana. Anche perché, è bene sottolinearlo, questa sportiva - ebbene sì, rientra nella categoria - non potrà circolare su strada, ma solo in pista. Non a caso i pneumatici di primo equipaggiamento sono slick e non c’e traccia di fanali, indicatori di direzione o specchi retrovisori.

DESIGN INNOVATIVO E MOTORE "TURBO"

La AMB001 sfrutta molti elementi in fibra di carbonio, a partire dalla scocca superiore caratterizzata da una lunga pinna in alluminio longitudinale. Questa struttura fa da contraltare alla semicarenatura inferiore che lascia in bella mostra la parte meccanica. Il motore - su cui è infulcrato il forcellone, quindi con funzione portante - è un bicilindrico di 997 cm3 con distribuzione bialbero a 8 valvole, e accreditato di una potenza di ben 180 CV.

ll Vice Presidente Esecutivo e Chief Creative Officer di Aston Martin, Marek Reichman, ha dichiarato: “Questa speciale motocicletta è, come le nostre auto, il risultato di un design esclusivo unito alla tecnologia più moderna e renderà orgoglioso ognuno dei collezionisti."

Valore ottenuto anche grazie all’adozione della sovralimentazione: il turbo è di tipo intercooler e la contenuta inerzia della girante a detta del costruttore dovrebbe ridurre il rischio del classico “lag” nella risposta. La trasmissione è affidata a un cambio a 6 marce estraibile mentre i coperchi laterali del motore sono ottenuti dal pieno mediante macchine utensili.

Il telaio è estremamente compatto e nascosto sotto alle sovrastrutture, e supporta una sospensione anteriore che richiama lo schema a parallelogramma articolato. Il peso dichiarato per questa opera d’arte moderna è di 180 kg. Non manca una ricca dotazione elettronica con la presenza di un TC e dell'antiwheeling.

QUALITà AEROSPAZIALE

Ma sono i dettagli a far brillare gli occhi. A livello di finiture, la AMB 001 non teme confronti: il sistema frenante è realizzato su specifiche Brough Superior, spettacolare l’alettatura che orna l’impianto di scarico realizzato in Inconel. Per non parlare delle leve al manubrio (veri oggetti di design) e le manopole realizzate in pelle, lo stesso materiale impiegato per la sella. Qui si può apprezzare il travaso di competenze dal mondo delle luxury car a quello delle due ruote.

"Una delle caratteristiche chiave del design dell'AMB 001 è una pinna in alluminio che corre lungo l'intera lunghezza di un serbatoio in fibra di carbonio, passando sotto la sella e fuori sul retro - le parole del CEO di Brough Superior Thierry Henriette -  Il corpo che la contiene e sostiene la sella è una delle parti per le quali abbiamo fatto appello alla competenza unica di Mecano ID, che ha aderito al progetto permettendoci di attingere dalle le competenze specialistiche in fibra di carbonio di qualità aerospaziale e applicarle all'esclusivo AMB 001".

Una moto, insomma, che non passerà inosservata.

Bimota Track Bike, il concept che proietta nel futuro