Beta è già pronta con la nuova XTrainer

Beta è già pronta con la nuova XTrainer

Inedita livrea blu, bianca e rossa per il model year 2021 della enduro toscana, che fa da apripista alla nuova gamma

FLG

La Casa toscana Beta ha ripreso le attività qualche giorno fa, dopo la pausa forzata per l’emergenza coronavirus, ed è già pronta per lanciare una novità: il model year 2021 della enduro XTrainer, scelta per fare da apripista alla nuova gamma della prossima stagione.

A caratterizzarla è l’inedita livrea blu, bianca e rossa. Il mix di ingredienti – assicurano in Beta - rimane quello che ha fatto di questo modello una moto innovativa e ideale per fare enduro a 360 gradi: la trattabilità del motore e la guidabilità. Con queste caratteristiche l’XTrainer vuol rispondere alle esigenze di tutti quei piloti che ricercano una moto prestazionale, ma anche facile e sfruttabile, che consenta di districarsi agevolmente in tutte le situazioni, compreso l’avvicinamento alla disciplina dell’Enduro Estremo.

Beta è già pronta con la nuova XTrainer |FOTO

Beta è già pronta con la nuova XTrainer |FOTO

Inedita livrea blu, bianca e rossa per il model year 2021 della enduro toscana, che fa da apripista alla nuova gamma

Guarda la gallery

I punti di forza

In Moto l'ha provata per voi appena è uscita, ma intanto vi riepiloghiamo perché questa questa enduro leggera è così maneggevole e 'facile'.

Il Beta Progressive Valve consente un adattamento delle prestazioni del motore su tutto l’arco di utilizzo, grazie alla facile regolazione della valvola dello scarico dall’esterno.

Il contralbero riduce le vibrazioni, aumentando l’inerzia e migliorando la curva di erogazione, che diventa docile e lineare. Aumenta quindi la facilità di guida della moto in tutto il range di erogazione del motore.

L’altezza della sella ridotta a 910 mm, contro i 930 della gamma RR, per avere un appoggio dei piedi a terra sicuro anche in situazioni difficili.

Il peso è contenuto in soli 98 kg, per risultare intuitiva anche ai neofiti.

Il miscelatore automatico elimina la necessità del premix olio-benzina.

Infine: pneumatici soft, per garantire un miglior grip su ogni tipo di terreno e dispositivo switch mappa.

Comparativa Superbike 1000: la resa dei conti

  • Link copiato

Commenti

InMoto in abbonamento