Parigi: oggi limiti di velocità a 30 km/h, domani divieto di circolazione

Parigi: oggi limiti di velocità a 30 km/h, domani divieto di circolazione

La sindaca Anne Hidalgo promuove una città più sostenibile e pedonale: spariscono i parcheggi, le moto dovranno pagare tariffe orarie e saranno vietate nel quartiere centrale 

Redazione - @InMoto_it

Può Parigi diventare una città “pedonale”? È quello che l’amministrazione sta provando a realizzare, dato il grande fascino delle sue strade, della Tour Eiffel e di tutti i suoi monumenti. Il primo passo per questo obiettivo è l’abbassamento del limite di velocità a 30 km/h su tutte le strade del centro a partire dal mese di agosto.

Auto e moto out

L’amministrazione ha dichiarato l’intento di ridurre gli incidenti e l’inquinamento acustico, per trasformare Parigi in una città più ecologica. Si inizia con limiti di velocità molto bassi per arrivare, un giorno, a eliminare totalmente la circolazione motorizzata nel centro. Anche i parcheggi stanno sparendo: quasi il 50% dei posti-auto sarà eliminata dalla sindaca Anne Hidalgo: da 140mila a 80mila, con la trasformazione dei parcheggi in zone pedonali. Naturalmente, anche la vita dei motociclisti è fortemente interessata da questo programma: entro il 2022 le due ruote non potranno più parcheggiare gratuitamente per le strade della città, ma dovranno pagare una tariffa oraria - che invece aumenterà per le auto. Moto e scooter vietate nel quartiere Paris Centre.

Critiche dai pendolari

Spazio e libertà per i pedoni e i ciclisti, dunque, anche se la sindaca ha dovuto mettere a referto molte critiche da parte soprattutto dei lavoratori che abitano fuori città. L’obiettivo è però quello di rendere la capitale francese un esempio di ecologia e sostenibilità, riducendo traffico, ingorghi, emissioni e confusione e ogni scelta in questa direzione porta qualche mal di pancia a coloro che ne restano tagliati fuori. Vorrà dire che i centauri porteranno le moto altrove.   

Con l'elettrico si risparmia? Uno studio francese analizza costi e benefici

  • Link copiato

Commenti

InMoto in abbonamento