Tempo di riaperture in Italia, dopo la prolungata zona arancione/rossa degli ultimi mesi: da lunedì 26 aprile ripartiranno numerose attività, come ristoranti, cinema, teatri, musei. Le nuove disposizioni dovrebbero permettere anche una maggiore facilità di spostamenti per gli appassionati del moto-turismo: con la re-introduzione delle zone gialle, sarà di nuovo possibile uscire per delle escursioni in sella alla moto e valicare anche i confini regionali.  

Coprifuoco e spostamenti

Innanzitutto, il coprifuoco: per andare incontro alle necessità dei ristoratori, il limite orario per frequentare i locali potrebbe essere spostato alle 23, in modo da poter disporre anche la cena nei ristoranti seppure con orari “ristretti”. Per quanto riguarda gli spostamenti, invece, si sta studiando la possibilità di fornire un pass per andare da una regione all’altra. Se le zone di partenza e di arrivo sono entrambe in fascia gialla, non ci sarà bisogno di documenti specifici. In caso, invece, di spostamento da zona gialla a un diverso colore, sarà necessario esibire – oltre alla ormai nota autocertificazione – un lasciapassare che accerti il completamento del ciclo vaccinale (prima e seconda dose), il superamento del Covid oppure l’esito negativo del tampone nelle 48/72 ore antecedenti allo spostamento.

Pass digitale

Il documento potrebbe essere in versione digitale, implementato su un’app che potrebbe essere Immuni (ancora non è stato deciso): attraverso un QR Code generato sull’applicazione, chi si sposta da una zona all’altra potrà dimostrare la propria negatività al tampone o le altre condizioni di permesso. Una boccata d’aria e un passo deciso verso il ritorno alla normalità.

Primavera 2021: la difficile rinascita del motociclismo