Abbiamo visto decine e decine di moto custom, in questi anni, e ve le abbiamo raccontate ponendo l’accento sulla creatività, sulla funzionalità, sullo stile, sullo stravolgimento del modello originale. Oggi ci siamo imbattuti in questa che, giuriamo, era una BMW S 1000 RR, ma che conosciamo col nome di “The Phantom”. E come tutte le creazioni stravaganti, non ha nulla a che vedere con la praticità di utilizzo.

DESIGNER D’ESPERIENZA

Chi ha realizzato il concept Phantom è il designer Mehmet Doruk Erdem, che ha già una lunga esperienza con la preparazione di modelli a due ruote fantascientifici. Quello che è stato ora rilasciato da Junko Design è un rendering della Phantom, che cataloga la moto tra le papabili per i film d’azione ambientati nel 3027. Della BMW originale non resta nulla – escludendo ruote e motore – ma, secondo le dichiarazioni dello stesso Erdem, rimane il suo “intrinseco fascino sinistro”, che il designer ha cercato di esprimere in una versione cyberpunk.

GUIDA POCO URBANA

Guardando la Phantom, immaginiamo una posizione di guida da guerra di trincea, con il corpo del pilota disteso lungo la curvatura della “sella” (non c’è una vera e propria sella); non esistono specchietti retrovisori, naturalmente: non crediamo di incontrare mai questa moto tra le strade urbane a fare le commissioni. Sinistra come vuole il suo creatore, futuristica come lo stile Doruk Erdem: alla fine dei conti la Phantom è proprio come immaginavamo.

KTM, spunta un prototipo di una sportiva da 890 cc