È di qualche anno fa la dichiarazione dei piani alti di KTM di voler costruire una MotoGP replica in edizione super limitata e per questo rivolta a pochissimi clienti disposti a spendere circa 120mila euro per portare nel loro garage l’esemplare che prende linfa dalla moto utilizzata in gara.
Il progetto, però, non ha mai visto la luce. Ma a quanto pare ci sono novità in programma e, come riportato dai colleghi di Speedweek con tanto di foto di un prototipo che sembra prendere linfa dal progetto Kramer, la Casa di Mattighofen sta lavorando a un prototipo di una bicilindrica carenata con motorizzazione di 890 cc. Una configuazione che sarebbe decisamente interessante per gli appassionati sportivi, ma anche in gara, in virtù delle nuove regole in arrivo per la categoria SS che dal 2022 dovrebbe presentare novità riguardo alla cilindrata.

Nuova KTM 890 Duke, la naked austriaca vuole il trono

Nessuna MotoGP replica, ma un nuovo modello

Una replica della MotoGP al momento non è fattibile per noi. Se vuoi costruire una moto da corsa il più vicino possibile alla versione MotoGP, costa così tanti soldi che nessuno può o è disposto a spenderli - ha dichiarato Pit Beirer, direttore di KTM Motorsport a Speedweek - Se la snellissimo nella tecnica rischieremmo di costruire una moto molto diversa da quella da corsa e allora non avrebbe alcun senso parlare di replica. La replica della MotoGP non può essere presa in considerazione adesso, abbiamo altre priorità. Abbiamo così tante grandi idee... Ma purtroppo la giornata dura solo 24 ore”.

Nonostante il progetto della replica MotoGP sia stato abbandonato, tra le “grandi idee” di cui parla Beirer sembra esserci anche il nuovo prototipo. Come anticipato prima, si tratta di una sportiva carenata spinta da un bicilindrico da 890 cc che dovrebbe essere, economicamente parlando, alla portata di un più ampio numero di clienti ma in grado di garantire un buon livello di divertimento in pista.

KTM 1290 Super Adventure S 2021, turismo nucleare