Kawasaki guarda dritto al 2021, un nuovo anno che parla di novità. Per la Supercharged Z H2 la novità in questione è la variante SE. Poche le modifiche estetiche rispetto al modello di base: le sovrastrutture restano immutate, ma arriva una colorazione nera-verde con tanto di telaio verde metallizzato. A cambiare nella maxi naked è soprattuto la ciclistica. Vediamo come.

Le novità

Un aspetto minimale, linee essenziali che si fondono con il telaio a traliccio e il motore sovralimentato (4 cilindri in linea da 998 cc che eroga 200 CV a 10.000 giri/min e 137 Nm a 8.500 giri/min), entrambi arrivati dalla Z H2. Novità per l’impianto frenante con pinze Brembo Stylema associate a una pompa radiale e sospensioni Showa semiattive che sfruttano la tecnologia Skyhook utile a modulare la forza di smorzamento e migliorare, in questo modo, il comfort di marcia.

Kawasaki Ninja ZX-10R 2021: svolta per la regina della SBK

Elettronica

Troviamo poi un display TFT collegabile tramite Bluetooth all’app Rideology: da qui è possibile gestire le informazioni della propria moto. L’elettronica si conferma di alto livello, non mancano, infatti, il controllo di trazione KRTC, l’ABS cornering KIBS e il quickshifter KQS. Sguardo anche alle luci, completamente a Led.

Kawasaki: nuovi colori e Euro5 per le 650 bicilindriche