Verde Ninja. Kawasaki aggiorna la sua supersportiva per il 2021, apportando modifiche soprattutto alla parte aerodinamica. Un progetto che punta a mantenere la leadership nel campionato mondiale SBK, dove la Ninja domina da 6 stagioni consecutive grazie a Jonathan Rea.

KAWASAKI NINJA ZX10-R 2021: PAROLA D'ORDINE "DEPORTANZA"

La parola al centro del progetto 2021 è stata "deportanza". Sono state realizzate nuove alette incorporate alla struttura della carenatura della moto, che convogliano il flusso d'aria e creano un carico aerodinamico aggiuntivo che è circa il 17% maggiore rispetto a quello della precedente Ninja.
Allo stesso modo, il design della sezione posteriore è stato leggermente modificato per creare un'area di bassa pressione dietro il pilota. Inoltre troviamo un cupolino più alto di 40 mm, una posizione dei semi manubri che replica quella della moto da corsa di Jonathan Rea, più aperti, e pedane più alte di 5 mm. Per un pacchetto aerodinamico ed ergonomico che è solo uno delle prerogative principali della Ninja ZX-10R ed RR del 2021.


Dietro al cupolino è stato introdotto un display TFT racing (con connettività Bluetooth), quattro riding mode selezionabili tramite pulsanti del semi-manubrio e per rendere più confortevole l’utilizzo in strada della moto, sono stati introdotti il cruise control e le manopole riscaldate (presenti nella lista accessori originali Kawasaki).

Gli aggiornamenti del telaio includono un punto di ancoraggio del forcellone inferiore di 1 mm (regolabile sulla RR), un offset della forcella maggiore di 2 mm e un aumento di 8 mm della lunghezza effettiva del forcellone, tutti fattori che contribuiscono a una maggiore stabilità e maggiore trazione della moto. Anche il bilanciamento delle sospensioni è cambiato, c’è stata una regolazione verso una taratura più soft all'anteriore ed un irrigidimento del  mono posteriore.

Il compito di frenare le prestazioni, in pista e su strada, è gestito da un pacchetto Brembo che comprende:  pinze monoblocco M.50, dischi anteriori semiflottanti 330 mm e pompa radiale (con tubi in treccia in acciaio racing su RR). Per quanto riguarda il concetto del “see and be seen” l'illuminazione full LED  utilizza luci Mitsubishi; i loro moduli ottici luminosi vengono adottati per la prima volta in ambito motociclistico sulla Ninja 2021.

Il cuore pulsante è il motore di 998cc ed entrambe le versioni della Ninja 2021 continuano a fare affidamento su distribuzione con azionamento delle valvole tramite bilanceri a dito. I rapporti del cambio vengono perfezionati con 1a, 2a e 3a marcia accorciate per sfruttare al meglio la  potenza del motore 4 in linea, ulteriormente migliorata da un nuovo design del condotto di aspirazione. Viene introdotto un nuovo radiatore dell'olio raffreddato ad aria e sviluppato da KRT.

NINJA ZX-10RR 2021: COME CAMBIA

Edizione limitata a 500 unità necessaria per l'omologzione SBK. Il suo motore riesce a girare più in alto di 400 giri/min grazie a: spinotti, bielle leggere e pistoni a basso attrito, tutto realizzato da Pankl. Questo mix crea un potenziale migliorato per far esaltare tanto l’amatore nelle giornate di prove libere che per consentire una guida più efficace ai piloti professionisti. Completano il pacchetto cerchi Marchesini realizzati per la RR e pneumatici Pirelli Diablo Supercorsa SP.