Mai provata prima una moto stradale così maneggevole e divertente: si tratta del parere unanime espresso da Aleix Espargaró, Bradley Smith e Lorenzo Savadori riguardo la nuova Aprilia RS660, la sportiva di media cilindrata la cui produzione partirà ad ottobre 2020.

Aprilia RS660, ci siamo (quasi): prenotazioni da Ottobre 2020 VIDEO

LA SPORTIVA MEDIA LEGGERA E PERFORMANTE

I piloti Aprilia hanno ricoperto il ruolo di collaudatori d'eccezione dell'attesissimo modello, testando tutto, dalla ciclistica alle prestazioni. Aprilia RS660 si pone come il primo modello di una nuova generazione di sportive leggere e performanti. Facile e appagante, può vantare il supporto delle tecnologie e dell'elettronica che la Casa di Noale sperimenta nelle competizioni. Con un rapporto perso/potenza di 169 kg/100 cv, Aprilia RS660 nasce intorno al nuovo propulsore, un compatto e leggero bicilindrico parallelo con distribuzione a doppio albero a camme in testa e 4 valvole per cilindro derivato dalla bancata anteriore del V4 di 1100cc, di cui ricalca concetti e misure.

I PARERI DEI PILOTI

A Misano, dove correranno nel weekend in occasione del GP dell'Emilia-Romagna, i tre piloti hanno quindi potuto mettere alla prova la sportiva. "È molto stabile e il motore spinge veramente forte - ha detto Aleix Espargar? -. Ho molto apprezzato il funzionamento del quick shift". Bradley Smith ha commentato, sorridendo: "Dopo le prime due curve la confidenza è totale, è incredibile come si riesca a spingere forte da subito".

Aprilia RS660, Savadori: "Sportiva? Sì, ma comoda e divertente!"