Subito dopo il giorno di Natale, sbarcherà sul mercato il nuovo Qooder, con l’innovativo sistema di sospensioni elettronico Hydraulic Tilting System, abbreviato in e-HTS.

Leggi anche: Quadro, tra concept, elettrico e Qooder a EICMA 2019

COSA FA - Il sistema e-HTS permette al Qooder di inclinare simultaneamente le ruote mantenendo il mezzo aderente all’asfalto. La versione elettronica è più tecnologica della standard, in quanto blocca il basculamento tramite un semplice pulsante durante le soste o il parcheggio. Questo significa che, una volta fermo al semaforo, il guidatore non dovrà per forza mettere un piede a terra.

BENEFICI DI GUIDA - Le inedite sospensioni consentono quindi al Qooder di vantare una guida dinamica e stabile anche in condizioni stradali avverse. Ma la moto, grazie all’e-HTS, è anche meglio bilanciata: innanzitutto, il peso generale del Qooder è diminuito. In secondo luogo, il baricentro viene abbassato, garantendo quindi maggiore maneggevolezza. Per i piloti esperti, quindi, maggiore fluidità alla guida. Per i neofiti della moto, invece, più stabilità e sicurezza. Sono questi, secondo Paolo Gagliardo, ad Qooder, i benefici delle inedite sospensioni e-HTS. “È questa la vera anima del Qooder, un veicolo adatto sia ai principianti che agli appassionati della guida, rivolto quindi a un ampio e diversificato target di utenti. Senza dimenticare che si può guidare con la patente B e quindi senza la specifica patente da moto”.